Live hören
Jetzt läuft: 233 von Yu Su

Le difficili Olimpiadi di Pechino

COSMO italiano 04.02.2022 25:52 Min. Verfügbar bis 04.02.2023 COSMO Von Cristina Giordano


Download Podcast

Le difficili Olimpiadi di Pechino

Stand: 04.02.2022, 18:30 Uhr

di Cristina Giordano e Vincenzo Savignano

Iniziano oggi le Olimpiadi di Pechino, nel segno della pandemia e del boicottaggio politico. Agnese Franceschini riassume le prospettive dei nostri atleti, col noto editorialista Federico Rampini guardiamo al contesto internazionale di queste olimpiadi mentre il giornalista Gianni Merlo ricorda le Olimpiadi di Monaco di cui ricorono i 50 anni.

Politischer Hintergrund der olympischen Spiele Peking

Gli ori di Pyoengchang

Per fare meglio rispetto al 2018 basterebbe vincere 11 medaglie, ma non sarà facile. A Pyoengchang tre ori sono stati vinti da Michela Moioli nello snowboard, Arianna Fontana nello short track e Sofia Goggia nella discesa libera, ma proprio la Goggia si è fatta male a gennaio a Cortina nel supergigante di coppa del mondo. Oggi avrebbe dovuto essere la nostra portabandiera alla cerimonia di apertura, ma ancora non è in Cina e la sostituisce Michela Moioli. Il recupero del suo ginocchio sta andando comunque bene. In cinque giorni ha fatto un lavoro di riabilitazione che di solito si svolge in tre mesi e potrebbe farcela per il 15 febbraio nella discesa libera.

Le discipline in odore di medaglie

Stiamo andando bene nella danza su ghiaccio, e già domani (sabato 5 febbraio) nello Speed skating 3000 metri donne ci giochiamo una carta importante con Francesca Lollobrigiga, che si presenta al via con il secondo miglior tempo dell'anno in questa distanza. Per quanto riguarda lo sci alpino, se domenica Dominik Paris fa la gara della vita potrebbe vincere una medaglia nella discesa libera. Ma sarà difficile, non ha potuto sperimentare a sufficienza la pista che è completamente in neve artificiale e a quanto pare troppo ondulata. Lunedì Federica Brignone e Marta Bassino nel gigante donne potrebbero darci qualche soddisfazione. Nel frattempo, nello stadio del ghiaccio di Pechino si disputerà la finale 500 metri donne di short track. È la gara preferita di Arianna Fontana, che difende il titolo conquistato 4 anni fa. Ma ha delle possibilità anche Martina Valcepina. Per quanto riguarda lo sci di fondo, Federico Pellegrino ha puntato tutta la preparazione su queste olimpiadi, speriamo bene, mentre nel biathlon Dorotea Wierer potrebbe riscattare una stagione in ribasso.

Le possibilità di medaglie tedesche

La Germania si presenta con un numero di atleti superiore, ben 149, contro i 118 italiani. Si prevede che ne vincano 13 d'oro, 5 argento e cinque di bronzo. Tra gli atleti di punta ci sono senz'altro i due portabandiera: Claudia Pechstein e Francesco Friedrich. Quest'ultimo è un figlio della riunificazione tedesca, nato nel 90 in Sassonia, è l'unico atleta della storia ad aver vinto l'oro sia nel bob a due che in quello a quattro nella stessa edizione delle olimpiadi.

Claudia Pechstein

Claudia Pechstein

Per quanto riguarda la pattinatrice di velocità Claudia Pechstein, è in assoluto l'atleta olimpica tedesca di maggior successo negli sport invernali. Complessivamente ha vinto 5 medaglie d'oro 2 d'argento 2 di bronzo. Ora diventerà la prima donna a competere in otto edizioni dei giochi olimpici, e poco importa se il 22 febbraio spegnerà 50 candeline, la sua voglia di vincere supera qualsiasi ostacolo. I tedeschi sono poi imbattibili nello slittino, disciplina che li ha visti vincere 34 delle 48 medaglie d'oro finora assegnate.

Sospetti di manipolazione dei giochi olimpici

Il campione di sci alpino Felix Neureuther ha dichiarato di nutrire dubbi sulla correttezza dei test anticovid fatti dalle autorità cinesi competenti. Visto che nessuno controlla i controlli anticovid, sarebbe a suo parere facile manipolare i giochi olimpici facendo risultare positivi gli atleti più bravi e cercando così di dare maggiori chance soprattutto agli atleti cinesi. Ma è più probabile che per vincere si ricorra al doping.

Misure anticovid

Per quanto riguarda le misure di contenimento della pandemia, la Cina ha organizzato questi giochi badando soprattutto a tenere lontani gli atleti dalla popolazione. La manifestazione verrà divisa in tre "bolle a circuito chiuso" non comunicanti tra loro, ognuna delle quali avrà un suo villaggio olimpico e sarà praticamente autosufficiente per evitare i contatti con l'esterno. Non ci saranno spettatori stranieri e quelli cinesi che accederanno solo su invito è stato consigliato solo di applaudire, ma non di urlare o cantare.

La Cina oggi

Dominik Paris

Dominik Paris

Le Olimpiadi invernali di Pechino, ci ricorda uno dei massimi conoscitori delle dinamiche politiche della Cina il giornalista ed editorialista Federico Rampini, avvengono in un momento di consolidamento e accentramento del potere da parte del leader XI Jinping come non lo si vedeva dai tempi di Mao Tse-Tung.

Le Olimpiadi di Monaco

Ma nel 2022 ricorre anche il cinquantenario delle Olimpiadi di Monaco di Baviera, tragicamente segnate dall'attacco terroristico di una organizzazione palestinese che costò la vita a diciassette persone. Abbiamo raggiunto giornalista sportivo Gianni Merlo che in quei giorni era a Monaco come inviato.