La Berlino dello scrittore Vincenzo Latronico COSMO italiano 24.11.2023 21:39 Min. Verfügbar bis 23.11.2024 COSMO Von Cristina Giordano


Download Podcast

Speciale: la Berlino dello scrittore Vincenzo Latronico

Stand: 24.11.2023, 18:00 Uhr

di Cristina Giordano, Agnese Franceschini e Tommaso Pedicini

In questo podcast speciale Cristina Giordano parla con Vincenzo Latronico degli anni trascorsi dallo scrittore nella capitale tedesca, e non solo. Al centro di questa lunga intervista, ricca di aneddoti divertenti, ci sono i libri nati dalla movimentata vita da expat vissuta da Latronico in una Berlino di cui si stanno lentamente perdendo le tracce.

Vincenzo Latronico

Vincenzo Latronico

La sua vita in breve

Vincenzo Latronico è nato a Roma nel 1984, ma la città in cui è cresciuto è Milano. Già a 16 anni ha cominciato a collaborare con le case editrici facendo il lettore di manoscritti e nel 2003, a soli 19 anni, ha tradotto un primo libro dall'inglese. Seguono altre traduzioni, soprattutto di classici: Oscar Wilde, George Orwell, Isaac Asimov e Alexandre Dumas. Nel 2008 esce il suo primo romanzo "Ginnastica e Rivoluzione".

Nel 2011 Latronico pubblica "La cospirazione delle colombe" che verrà tradotto nel 2016 in tedesco. Vincenzo Latronico ha studiato prima letteratura e poi filosofia, cominciando un dottorato che ha poi abbandonato per trasferirsi, nel giugno del 2009, a Berlino. In Italia ritornerà brevemente nel 2015, per poi andare in Canada, Francia e ritornare in Germania due anni dopo. Non più a Berlino ma in Meclemburgo.  

Un incidente provvidenziale? 

L'episodio che gli ha cambiato la vita - racconta Latronico - è stato un incidente la notte prima degli esami di maturità. Una Porsche lo aveva investito mentre era fermo ad un semaforo con la sua vespa ed è stato grazie al risarcimento ottenuto che ha potuto lasciare l'Italia per la Germania.

A Berlino Latronico, oltre alla città, scopre anche nuovi lati di sé stesso. Il suo primo appartamento berlinese era in un palazzo liberty di Prenzlauer Berg: 130 mq che costavano meno di un monolocale a Milano. Lui era l'unico non-turco del palazzo, e al pianterreno c'era un bordello.

Buchumschlag

La copertina del libro

Di questo e tanto altro parla il suo ultimo libro, "La chiave di Berlino", che possiamo definire forse come romanzo di formazione. Ma forse è soprattutto una lunga lettera d'amore alla città che lo ha ospitato per oltre dieci anni.

Scrittore e intellettuale 

Nel corso della sua carriera Latronicoha scritto per diverse riviste d'arte, attualmente collabora con "La Stampa" e "Il Post". Finora ha pubblicato 4 romanzi, un libro di teatro e un libro di viaggio sull'Etiopia. Il suo romanzo "Le perfezioni" è stato finalista del premio Strega e pubblicato in 20 paesi.