Live hören
Jetzt läuft: ON STAGE Bedroom eyes (live at c/o pop 2009, Gloria Theater von Natty

Vivere in Germania: la Krankenkasse - altre cose da sapere

Vivere in Germania - Krankenkasse seconda parte

Vivere in Germania: la Krankenkasse - altre cose da sapere

di Luciana Mella e Daniela Nosari

Torniamo sul tema dell'assicurazione sanitaria in Germania con un secondo video, per approfondire altri aspetti importanti.

Germania: obbligo di iscrizione ad una Cassa Malattia

A differenza dell'Italia, dove il Servizio sanitario nazionale (SSN) eroga le prestazioni sanitarie a tutti i cittadini, in Germania per accedere alle prestazioni sanitarie è obbligatorio iscriversi ad una delle tante Cassa Malattia pubbliche (gesetzliche Krankenversicherungen) o ad una assicurazione malattia privata (private Krankenversicherung). Dal giorno in cui ci registriamo per la prima volta presso un comune tedesco, facciamo cioè l'Anmeldung, siamo obbligati ad avere un'assicurazione sanitaria; dobbiamo poter dimostrare di avere una copertura sanitaria. In Germania, l'assicurazione sanitaria è un obbligo aggiuntivo, cioè la dobbiamo pagare di tasca nostra.

Lavoratori dipendenti e lavoratori autonomi

Ai lavoratori dipendenti la quota mensile destinata alla Cassa Malattia viene trattenuta direttamente dalla busta paga e viene divisa a metà col datore di lavoro: attualmente corrisponde al 15% dello stipendio lordo. A carico del lavoratore è quindi circa il 7,5%.

I lavoratori autonomi e i liberi professionisti devono invece, normalmente, versare la quota destinata alla Cassa malattia completamente di tasca propria. Se si opta per una freiwillige Versicherung (assicurazione volontaria presso una Cassa malattia pubblica) i prezzi sono proporzionali al proprio reddito di base.

Vivere in Germania - Krankenkasse seconda parte 06:16 Min. Verfügbar bis 30.06.2025

In caso di disoccupazione

Se siete lavoratori dipendenti, rimanete disoccupati e avete maturato il diritto alla disoccupazione (Arbeitslosengeld I), il costo della Krankenkasse è coperto per intero dall'Agenzia del lavoro (Agentur für Arbeit) o dal Centro per l'impiego (Job Center). La cupertura sanitaria verrà versata per tutto il periodo durante il quale usufruite del sussidio di disoccupazione.

Se però non avete diritto alla disoccupazione, in linea di principio, dovrete pagare di tasca vostra un importo di circa 190 € mensili a partire dal mese successivo della scadenza del contratto. La fine di un rapporto lavorativo non significa la chiusura automatica della vostra assicurazione sanitaria. Resterete assicurati presso la vostra Krankenkasse, ma il pagamento mensile spetta solo a voi.

Nel caso in cui facciate richiesta di poter percepire il Sussidio sociale (Arbeitslosengeld II o Hartz IV), e vi viene concesso, allora in questo caso sarà il Jobcenter a farsi carico di pagare la vostra quota per la Cassa malattia per tutto il periodo di erogazione del sussidio.

Lavoratori autonomi o liberi professionisti in difficoltà ecomomiche

Nel caso abbiate un'attività come lavoratori autonomi o liberi professionisti e vi troviate in difficoltà economiche, potete in ogni caso rivolgervi al Jobcenter e chiedere che vi venga concessa un'integrazione alle vostre entrate (Aufstockung). Se riuscite a dimostrare di non siete in grado, pur lavorando, di poter mantenere uno stile di vita dignitoso, il Jobcenter potrà venirvi incontro attraverso un aiuto economico e/o versando, completamente o in parte, la quota mensile alla vostra Cassa malattia.

Minijob e Cassa Malattia

Se svolgete un Minijob e non siete assicurati attraverso un vostro familiare, dovete assolutamente iscrivervi ad una Cassa malattia e versare la quota mensile, che è tutta a vostro carico. In conto dovete mettere circa 190 euro al mese.  Se non lo fate, rischiate di dover pagare gli arretrati per le somme non corrisposte dalla data di inizio del contratto.
Nel caso in cui usufruiate di un aiuto sociale da parte del Jobcenter, allora sarà il Jobcenter stesso a versare la quota mesile per l'assicurazione sanitaria.

Artisti, giornalisti, traduttori freelance... e Cassa malattia

Se svolgete un lavoro creativo, potete sempre provare ad iscrivervi alla Künstlersozialkasse (KSK), una cassa di assicurazione sociale pensata esclusivamente per chi opera nel settore della creatività.

Tra gli altri vantaggi, la KSK, che non è una Cassa malattia, verserà per voi la metà dei contributi per la Krankenkasse.

Attenzione:
Ricordatevi che in Germania è obbligatorio essere coperti da un'assicurazione sanitaria: se non versate le vostre quote, per un qualsiasi motivo, è altamente probabile che dopo qualche mese riceviate una lettera dalla vostra Cassa malattia che vi informa di dover pagare gli arretrati.

Se vi ammalate per lungo tempo. Il Krankengeld

In Germania quando si è malati o infortunati per un lungo periodo, a partire dalla settima settimana, lo stipendio non vi viene più pagato dal vostro datore di lavoro ma vi verrà versato un sussidio sostitutivo dello stipendio direttamente dalla Cassa Malattia. In tedesco si chiama Krankengeld. La somma che riceverete corrisponde, in genere, a circa max. 70% dello stipendio lordo, max. 90% dello stipendio netto e vi verrà corrisposta per un massimo di 78 settimane all'interno di tre anni. L'importo include anche i contributi pensionistici, le assicurazioni per la disoccupazione ed i contributi per la stessa assicurazione sanitaria (Krankenversicherung e Pflegeversicherung), che quindi non dovrete pagare a parte.

Attenzione: il Krankengeld è un servizio fornito esclusivamente dalle assicurazioni pubbliche. Se avete un'assicurazione privata, vi conviene chiedere quali sono le condizioni e il sostegno offerti in caso di una lunga malattia.

Non autosufficienza

Nel caso voi, o uno dei vostri familiari, a causa di una malattia, di un infortunio o per perdita delle forze, dovreste trovarvi nelle condizioni di non essere più autosufficienti, o parzialmente autosufficienti, potete presentare presso la Cassa per l'assistenza continuativa (Pflegekasse) una domanda al fine di ricevere delle prestazioni per l'assistenza continuativa. Le tipologie di aiuti chi potranno essere fornite sono in denaro (Pflegegeld), oppure sotto forma di servizi di assistenza (Pflegesachleistungen), a seconda che ad assistere la persona siano i familiari o un fornitore professionale di servizi. L'entità delle prestazioni è stabilita per legge e dipende dal livello di non autosufficienza (Pflegegrad). Per accertare il grado della vostra non autosufficienza e stabilire di quale livello di assistenza avrete bisogno, verrà a farvi visita un perito incaricato dalla Pflegekasse. In Germania sono previsti tre livelli di assistenza: bassa, media e alta intensità. In caso di demenza, oltre all'assistenza, potreste avere anche diritto ad un ulteriore aiuto per le faccende domestiche.
Informazioni chiare e dettagliate in lingua italiana le trovate nel seguente opuscolo.

Ricovero in ospedale

Siete siete iscritti ad una Cassa malattia tedesca e subite un intervento, di norma, questo è coperto dall'assicurazione sanitaria, senza spese aggiuntive. Attenzione però, perché entro qualche mese dalla dimissione dalla struttura ospedaliera vi verrà richiesto il pagamento di 10 euro per ogni giorno di degenza. Dal pagamento del ticket, previsto per un massimo 28 giorni entro l'anno solare, sono esclusi i minori e le partorienti. Chi possiede un'assicurazione privata, dovrebbe sempre informarsi presso la propria compagnia assicurativa, su quali sono le condizioni per i ricoveri e gli interventi chirurgici.

Se rientrate definitivamente in Italia

Nel caso in cui decidiate di tornare in Italia in forma definitiva, dovete informare la vostra Krankenkasse e chiedere di essere cancellati dall'assistenza sanitaria tedesca. Come prova vi verrà richiesto di presentare il certificato di disdetta, la così detta Abmeldung, rilasciata dall'ufficio anagrafe del vostro comune di residenza tedesco.

Stand: 20.08.2020, 16:00