Welfare abitativo a Milano

Ascolta il servizio di Cristina Artoni

COSMO Radio Colonia - Beitrag 09.10.2020 04:21 Min. Verfügbar bis 09.10.2021 COSMO


Download Podcast

Welfare abitativo a Milano

di Cristina Artoni

L'idea è semplice: in cambio di un canone calmierato, i giovani offrono tempo e risorse al quartiere. E' il progetto di Milano 2035 in cui si sviluppa l'abitare collaborativo, uno strumento che può essere di grande aiuto agli under 35.

Sofia und Gina

Sofia e Gina condividono un appartamento da due anni

A Milano, sicuramente più che di altre città italiane, il caro-affitto resta il tasto dolente. Infatti, secondo una stima di Unione Inquilini, a marzo 2020, almeno 200.000 famiglie, tra cui moltissimi giovani, si sono trovate nell'impossibilità di pagare il canone. Un problema che si è aggravato con il lockdown in una città dove il costo minimo di una stanza singola è di 500 euro. L'abitare collaborativo permette ai giovani di spendere poco (dai 200 ai 350 euro circa al mese) e, soprattutto se fuorisede, di sentirsi meno soli perché parte di una comunità. L'idea consiste nell'impegnarsi in piccole attività per migliorare la vita del quartiere: compagnia agli anziani, corsi di italiano per mamme straniere, assistenza scolastica per i ragazzi del vicinato, oppure cura dell'orto.

Stand: 09.10.2020, 18:29