Live hören
Jetzt läuft: Tumbi von Ghetts

Il futuro del Deutschlandticket: a rischio o più caro? COSMO italiano 17.11.2023 13:25 Min. Verfügbar bis 16.11.2024 COSMO Von Filippo Proietti


Download Podcast

Deutschlandticket: a rischio o più caro?

Stand: 17.11.2023, 18:00 Uhr

di Filippo Proietti, Cristina Giordano e Cristiano Cruciani

Il Deutschlandticket o "49-Euro-Ticket" è uno dei fiori all'occhiello della coalizione semaforo. Il biglietto valido su tutti i trasporti pubblici tedeschi urbani e regionali in tutta la Germania è nato per alleggerire i costi dei cittadini e contribuire a rendere più attraente il trasporto pubblico. Ma che fine farà? Riuscirà a essere ancora finanziato oppure dovremo dirgli addio? Cristina Giordano sul dibattito politico. Detlef Neuß, presidente di Pro Bahn sui gravi problemi delle ferrovie tedesche.

49 Euro-Ticket - Deutschlandticket

Flop o top?

Ad oggi sono stati sottoscritti 11 milioni di abbonamenti in tutta la Germania e la maggior parte (47%) sono nuovi abbonati ai mezzi pubblici, cittadini che prima usavano solo di tanto in tanto metro, tram, S-Bahn e treni regionali. Il Deutschlandticket era nato a maggio 2023 sulle ceneri del 9-Euro Ticket, biglietto a soli 9 euro, un esperimento estivo durato soli tre mesi (da giugno ad agosto 2022), ma che aveva avuto un successo inaspettato.

C'è stata quindi un'enorme pressione affinché l'esperimento venisse ripetuto. Il prezzo è stato innalzato, si è passati dai 9 euro iniziali ai 49 euro, ma l'idea di fondo è rimasta la stessa: un solo abbonamento mensile valido per il trasporto urbano e regionale di tutta la Germania. Pensato da un lato per alleggerire le spese dei cittadini, vista l'inflazione e l'aumento dei costi energetici e dall'altro, per rendere più attraente il trasporto pubblico, incentivando così a lasciare più spesso l'auto in garage e contribuendo a raggiungere gli obiettivi climatici.

Come si finanzierà in futuro?

Nel recente vertice è stato deciso che Länder e governo contribuiranno al finanziamento con 1,5 miliardi ciascuno per gli anni 2023 e 2024. Servirà a compensare le perdite delle aziende dei trasporti. Ma per coprire tutti i costi, che potrebbero essere anche maggiori, potrebbero essere utilizzati in aggiunta anche fondi già previsti per sostenere il Deutschlandticket, e fino ad ora rimasti inutilizzati. Per il resto, se ne riparlerà verso la metà del 2024, quando si avranno stime più chiare.

Il futuro del Deutschlandticket è assicurato? 

Fino a maggio 2024 il biglietto a 49 euro mensili continuerà a essere finanziato, dopodiché verrà fatta un'ulteriore valutazione. Per questo motivo, i ministri dei trasporti dei Länder sono chiamati a mettere a punto un piano ben dettagliato da presentare entro maggio. In forse anche il prezzo, perché non è chiaro se in futuro cambierà.

I finanziamenti pensati fino ad ora potrebbero infatti non riuscire a coprire tutti i costi. Secondo le stime dell'Associazione delle imprese di trasporto (VDV) resterebbe un buco da 400 milioni. E la situazione potrebbe anche peggiorare. Una recente sentenza della Corte Costituzionale di Karlsruhe ha dichiarato incostituzionale l'uso di fondi straordinari per la pandemia – il cosiddetto Sondervermögen – per motivi che non siano strettamente legati alla pandemia. Il governo tedesco invece aveva coperto così gran parte del fondo speciale per l'ambiente. Questo significa un buco di bilancio da 60 miliardi che sta facendo tremare il governo.

Difficile dire cosa succederà, ma Greenpeace mette le mani avanti e dice: «Il governo non deve scaricare sui cittadini le conseguenze dei propri errori, cancellando investimenti per il clima, e successi come il biglietto da 49 euro». Certamente non sarà facile far quadrare i conti. E ancor prima che questo enorme buco venisse fuori, era stato messo in discussione il prezzo del Deutschlandticket, paventando un possibile aumento.

49 euro al mese o costerà di più?

È un'eventualità che si sta valutando. Secondo la Verbraucherzentrale, la confederazione delle associazioni dei consumatori (vzbv) è molto probabile che il prezzo venga aumentato e questo a fronte del fatto che 49 euro al mese per molti cittadini sia già un prezzo limite. Un aumento, dice la Verbraucherzentrale, che mette a rischio l'esistenza stessa del Deutschlandticket. Una linea che è in contrasto con la politica di accessibilità del trasporto pubblico, anche in vista della transizione ecologica.

Pro Bahn: «ferrovie tedesche pessime»

DB Schild: Zug fällt heute aus

Problemi con i treni

«Molte più persone userebbero il Deutschlandticket se l'infrastruttura delle ferrovie tedesche non versasse nello stato pessimo in cui si trova oggi» dice Detlef Neuß presidente di Pro Bahn, associazione che tutela i diritti di dei viaggiatori. L'infrastruttura è stata trascurata per decenni, e ora è completamente logora, aggiunge Neuß, che sull'apporto alla transizione ecologica del Deutschlandticket aggiunge: «Solo l'8% di coloro che hanno acquistato il Deutschlandticket sono nuovi clienti passati dall'automobile ai mezzi pubblici. Ce ne aspettavamo di più. Ma questo dipende anche dal fatto che in generale il servizio pubblico attualmente non gode di una buona immagine.»