Live hören
WDRcosmo - COSMO italiano mit Filippo Proietti

Biglietto d'ingresso a Venezia e tasse turistiche in Germania COSMO italiano 25.04.2024 17:49 Min. Verfügbar bis 25.04.2025 COSMO Von Filippo Proietti


Download Podcast

Biglietto d'ingresso a Venezia e tasse turistiche in Germania

Stand: 25.04.2024, 16:47 Uhr

di Filippo Proietti, Cristina Giordano e Cristiano Cruciani

Fino al 5 maggio i turisti che non pernottano dovranno pagare un biglietto di 5 euro per entrare a Venezia, ce ne parla Cristina Giordano. In Germania la Kurtaxe garantisce la copertura delle spese dovute alla manutenzione delle infrastrutture turistiche, Norbert Kunz (Deutscher Touristenverband) ci ha spiegato come funziona il sistema. E intanto aumenta il numero di quelli che in vacanza lavorano, sono gli holiday workers: ce ne parla Mascia Di Torrice dell'Istat.

Tourist Ticket, Venedig

Prima giornata di controlli a Venezia

Il biglietto per entrare a Venezia

Per ora si tratta di un test di prova, partito oggi 25 aprile, durerà fino al 5 maggio, più alcuni fine settimana fino al 14 luglio 2024. In totale sono 29 giorni, considerati dal punto di vista turistico, da cosiddetto «bollino nero». Chi entrerà a Venezia in questi specifici giorni, dalle 8:30 alle 16:00 dovrà pagare un biglietto di 5 euro, simile al biglietto di entrata per un museo.

Bisogna registrarsi su un sito web, e dopo aver selezionato il giorno di visita, si procede con il pagamento. Successivamente si riceverà un codice QR, utile da mostrare ai controllori in città.

Il biglietto di entrata è pensato solo per i turisti giornalieri e non per chi pernotta, poiché già paga una tassa di soggiorno direttamente alla struttura in cui è ospitato. Sono esentati i bambini sotto i 14 anni, i residenti della Regione Veneto, i lavoratori e gli studenti pendolari, chi paga l’IMU, e tra le altre eccezioni, anche chi partecipa a una manifestazione sportiva o fa volontariato. In caso di mancato pagamento si rischiano multe fino a 300 euro.

Le reazioni

Il presidente dell’Associazione dei commecianti di Piazza San Marco, Claudio Vernieri la considera una misura necessaria, per evitare che  l’overturismo finisca di distruggere il turismo stesso. Andrea Balbi, presidente dei Gondolieri fa presente che sarà l’ennesimo costo di cui i turisti dovranno farsi carico. Contrario invece il filosofo ed ex sindaco di Venezia Massimo Cacciari, il quale la considera una follia incostituzionale.

Non siamo ancora arrivati ai picchi raggiunti dalla pre-pandemia, in cui si sono superati i 5 milioni e mezzo di turisti all’anno. Ma gli ultimi dati di  Statista, parlano di 4 milioni e mezzo di turisti a Venezia.

La «Kurtaxe» tedesca

In Germania esiste la «Kurtaxe», una tassa decisa dai singoli comuni a sostegno del turismo. A Colonia e Berlino è pari al 5% del costo totale di un pernottamento, ad Amburgo può arrivare fino a quattro euro al giorno. A cosa serve e come funziona questo sistema? Ce ne parla Norbert Kunz, presidente dell'associazione turistica tedesca Deutscher Touristenverband.

 Lavorare in vacanza

Businessman, Holiday Worker

Lavorare in vacanza

Sono sempre di più coloro che grazie a una connessione internet possono lavorare dal luogo di vacanza. L'ISTAT ha per la prima volta analizzato questo fenomeno. Ne abbiamo parlato con Mascia Di Torrice che ha analizzato i dati rilevati dall'istituto italiano di statistica. "Ci sono sia persone che hanno scelto di andare in un luogo di vacanza in cui poter svolgere la loro attività, sia persone che pur essendo in vacanza lavorano ed è un fenomeno che si è diffuso a seguito della pandemia" aggiunge Di Torrice.

Ascolta il podcast cliccando sull'audio in alto.