Live hören
Jetzt läuft: Papaoutai von Stromae

"La paranza dei bambini" arriva in Germania

Ascolta il servizio di Cristina Giordano

COSMO Radio Colonia - Beitrag 22.08.2019 04:59 Min. Verfügbar bis 21.08.2020 COSMO

Download Podcast

"La paranza dei bambini" arriva in Germania

di Cristina Giordano

Dopo l’Orso d’argento alla Berlinale per la sceneggiatura, arriva nei cinema tedeschi il film tratto dal romanzo di Roberto Saviano. Ma quale portata ha il fenomeno dei „clan dei bambini“? Cristina Giordano ha parlato con Maurizio Braucci, sceneggiatore del film e autore attivo nel sociale.

paranza

Un'immagine del film

ll termine “paranza” in italiano significa peschereccio, nel gergo della camorra indica però un gruppo di affiliati, un clan. Nel film “La paranza dei bambini”, tratto dall’omonimo libro di Roberto Saviano si racconta la storia di una paranza organizzata da ragazzi di 14-15 anni che a Napoli iniziano a lavorare per la camorra, per poi puntare a prendere il posto dei boss che hanno detronizzato. Il film, vincitore dell’Orso d’argento alla scorsa Berlinale, oggi, 22 agosto, esce nei cinema tedeschi. E Saviano raddoppia con la pubblicazione del secondo capitolo della storia „Die Lebenshungrigen“ (Hanser Verlag) - nelle librerie tedesche dal 19 agosto - in italiano „Bacio feroce“ (Feltrinelli). Qui Nico „il Marajà“ e gli altri protagonisti continuano a risalire i vertici della Camorra, lasciandosi consumare però da violente faide. Ad ispirare Saviano è stata l’inchiesta seguita all’omicido del baby-boss Emanuele Sibillo, che per tre anni riuscì a tenere sotto scacco l’intero quartiere di Forcella a Napoli. Ma chi sono i “paranzini”? E soprattutto qual è la portata sociale di questo fenomeno? „Da un certo punto di vista questi ragazzi hanno gli stessi sogni e desideri dei ragazzi di tutto il mondo, i sogni del consumismo. Soltanto che non hanno la possibilità economica per accedervi e ricorrono molto spesso a vie criminali.“ È così che il napoletano Maurizio Braucci spiega i clan dei giovanissimi. Braucci è autore insieme a Roberto Saviano della sceneggiatura del film, regista è Claudio Giovannesi.

Stand: 22.08.2019, 18:00