Live hören
Jetzt läuft: Tudo de Bom von Lei Di Dai & Symbiz

100 anni di Bauhaus

100 anni di Bauhaus

di Giulio Galoppo e Filippo Proietti

Nato in Germania nell'aprile del 1919, l'Istituto di istruzione artistica noto con il nome di Bauhaus, durò solo pochi anni, fino al 1933. Ma il suo impatto sull'arte, l'architettura e sulla cultura in generale è, ancora oggi, enorme.

Bauhaus in Dessau

La sede del Bauhaus a Dessau

Esattamente cento anni fa, il 12 aprile 1919, dalla fusione delle due scuole di Arte e Arti Applicate del Granducato sassone, nasce ufficialmente il Bauhaus Statale di Weimar. Il suo fondatore, l'architetto Walter Gropius, ne getta le basi in un manifesto programmatico, nel quale si afferma che "lo scopo di tutta l'attività plastica è la costruzione!" L'istituto restò aperto solo per 14 anni, nei quali cambiò tre direttori e tre sedi.

Dopo Weimar si trasferì a Dessau, dove oggi c'è l'edificio Bauhaus più famoso al mondo, e infine, prima di chiudere, si spostò per qualche tempo a Berlino. L'avvento del nazismo, nel 1933, ne segnò la chiusura definitiva. Ma la scuola del Bauhaus ha lasciato segni indelebili nell'arte e nell'architettura, come racconta la storica dell'arte Donatella Chiancone-Schneider a Filippo Proietti, sottolineando le implicazioni socio-politiche che questa corrente artistica portava con sé.

Stand: 12.04.2019, 18:29