Live hören
Jetzt läuft: Low von Larry feat. Wizkid Gaaga

Come si fotografa un buco nero?

Come si fotografa un buco nero?

di Giulio Galoppo e Filippo Proietti

È un momento storico per l'astrofisica: per la prima volta è stato fotografato un buco nero. Ne parliamo con Luciano Rezzolla, scienziato a Francoforte, che ha contribuito al progetto.

Schwarzes Loch M87

La prima foto di un buco nero

Dopo che nel 2016 le onde gravitazionali hanno dimostrato l’esistenza di questi misteriosi oggetti cosmici, ne arriva la prima prova diretta. L’immagine che lo testimonia è quella del buco nero M87, al centro della galassia Virgo A (o M87), distante circa 55 milioni di anni luce.

Al risultato del progetto internazionale Event Horizon Telescope ha partecipato anche l’Italia con l'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) e l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn).

Inoltre, dalla Goethe-Universität di Francoforte, ha partecipato al progetto un altro team di scienziati, capitanati da Luciano Rezzolla, direttore dell’Istituto di Fisica Teorica e membro del comitato scientifico di Event Horizon Telescop. È proprio Luciano Rezzolla che, ai microfoni di Radio Colonia, spiega la grande importanza di questo traguardo e aiuta a comprendere ciò che si vede nella già famosissima fotografia.

Stand: 11.04.2019, 18:35