Cercasi educatrici italiane a Bonn

Ascolta il servizio di Luciana Caglioti

COSMO Radio Colonia - Beitrag 25.07.2019 04:49 Min. Verfügbar bis 24.07.2020 COSMO

Download Podcast

Cercasi educatrici italiane a Bonn

di Agnese Franceschini e Francesco Marzano

Emergenza asili a Bonn: non ci sono abbastanza educatori e educatrici per soddisfare le esigenze di scuole materne e asili nido della città renana. Un aiuto potrebbe venire dall'Italia.

Ein Kind mit einer Erzieherin

Mancano centinaia di posti e le previsioni per il futuro sono ancora più fosche. Per questo lo Jugendamt vuole reclutare educatori dall’Italia. In questi giorni nel Nordreno Vestfalia, stanno iniziando le vacanze di molte scuole materne e asili nido. Sono tanti i genitori che non sanno se al ritorno dalle ferie potranno finalmente portare i bambini alla scuola materna, per lo meno in una di loro piacimento. Per legge, in Germania, ogni bambino che abbia compiuto tre anni ha diritto a un posto in una scuola d’infanzia. Spesso però, a causa della mancanza di posti, dovuta alla scarsità di educatori, è difficilissimo trovare un posto nelle vicinanze di casa, per cui molti genitori sono costretti a fare chilometri per portare i figli all’asilo. Per chi vuole mandare i bambini all’asilo nido, la situazione è ancora più drammatica. E il futuro si prospetta ancora più difficile. Secondo i dati del Ministero Federale per la Famiglia, gli Anziani, le Donne e i Giovani fino al 2025 mancheranno 191.000 educatori e educatrici, 199.000 fino al 2030, a livello federale. Anche a Bonn mancano educatori e educatrici, specialmente per i più piccoli. Per questo Udo Stein, direttore dello Jugendamt, l’ufficio di assistenza giovanile, di Bonn, ha pensato di reclutare educatrici in Italia. Luciana Caglioti lo ha incontrato dopo aver parlato, in un parco giochi, con genitori disperati, che, a mala pena, sono riusciti a trovare un posto all’asilo per i figli.

Stand: 25.07.2019, 17:10