Patrick Zaki: un anno e mezzo di ingiustizia

Ascolta l'intervista ad Andrea De Maria

COSMO Radio Colonia - Beitrag 25.08.2021 05:58 Min. Verfügbar bis 25.08.2022 COSMO


Download Podcast

Patrick Zaki: un anno e mezzo di ingiustizia

di Vincenzo Savignano e Luciana Caglioti

Alcuni deputati del PD hanno presentato una mozione parlamentare per concedere la cittadinanza italiana allo studente egiziano dell'Università di Bologna, Patrick Zaki, incarcerato in Egitto da oltre un anno e mezzo. Ai nostri microfoni il deputato dei dem eletto a Bologna, Andrea De Maria.

zaki

Una raffigurazione di Patrick Zaki

Patrick Zaki resterà in carcere per almeno altri 45 giorni. La custodia cautelare dello studente è stata rinnovata all’indomani dell’udienza svoltasi domenica, senza che si svolgesse alcun interrogatorio. È l'ennesimo prolungamento del provvedimento di carcerazione preventiva: "è il sistema giuridico egiziano che funziona in modo diferente da quello italiano. Ma speriamo che possa servire ad accelerare l'iter di approvazione della mozione per la concessione della cittadinanza italiana a Patrick Zaki", sottolinea il deputato Pd Andrea De Maria, uno dei promotori dell'iniziativa.

La mozione è già stata approvata da Senato e Camera. "Potrebbe diventare un ulteriore strumento per fare pressione sulle autorità giudiziarie egiziane", aggiunge De Maria. Patrick Zaki, lo studente egiziano dell’Università di Bologna, è in carcere in Egitto dal febbraio 2020. Zaki venne fermato al suo rientro nel Paese per una visita alla famiglia con l’accusa di "propaganda sovversiva e istigazione al terrorismo". Secondo la magistratura egiziana lo avrebbe fatto con post sui social partiti da un account che i legali di Zaki hanno sempre definito falso. "Zaki è in carcere in Egitto per le sue idee, non per aver commesso reati", conclude De Maria.

Stand: 25.08.2021, 18:05