Live hören
Jetzt läuft: The Large Bird, The Woman and The Baby - Khalab Remix von Kasai Allstars

Vaccino a virus inattivato

Ascolta l'intervista a Sandro Iannaccone

COSMO Radio Colonia - Beitrag 06.12.2021 05:25 Min. Verfügbar bis 06.12.2022 COSMO


Download Podcast

Vaccino a virus inattivato

di Giulio Galoppo e Luciana Caglioti

Non si placano le proteste di chi rifiuta di vaccinarsi. Fra questi oltre ai cosiddetti no-vax, anche chi teme possibili effetti collaterali dei vaccini di nuova generazione e attende, per questo, il vaccino a virus inattivato. Di cosa si tratta? Ce ne parla Sandro Iannaccone, giornalista scientifico.

Eine Patientin wird mit dem Corona-Impfstoff geimpft.

In arrivo il vaccino a virus inattivato

Il suo nome è Vla2001 ed è un vaccino a virus inattivato. Potrebbe essere il primo vaccino contro il Covid-19, di questo tipo, approvato in Europa. Sviluppato dall’azienda farmaceutica francese Valneva, potrebbe essere distribuito dal prossimo aprile, previo il nulla osta da parte dell’Agenzia europea per i medicinali (Ema).

La Commissione europea, in ogni caso, se ne è già assicurata l'acquisto di 27 milioni di dosi nel 2022, che potrebbero arrivare a 60 milioni entro l’anno successivo.

Una volta somministrato, il vaccino a virus inattivato potrà essere riconosciuto dal sistema immunitario della persona che lo riceve, che produrrà anticorpi contro di esso.

Ma quali sono i vantaggi di questo tipo tradizionale di vaccino? E quali gli svantaggi? A Radio Colonia, ce ne ha parlato il giornalista scientifico Sandro Iannaccone.

Stand: 06.12.2021, 18:15