Live hören
Jetzt läuft: Montagne von Biga*Ranx

Ascolta l'intervista a Silvio Garattini

COSMO Radio Colonia - Beitrag 02.08.2021 05:58 Min. Verfügbar bis 02.08.2022 COSMO


Download Podcast

A scuola vaccinati, in Italia e Germania

Stand: 02.08.2021, 18:45 Uhr

di Giulio Galoppo e Francesco Marzano

Il Governo federale tedesco ha deciso oggi di vaccinare anche la popolazione tra i 12 e i 17 anni. In Italia, invece, si vaccina da settimane a partire dai 12 anni. Silvio Garattini, presidente dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri, spiega il perché.

Ein Jugendlicher wird geimpft

Anche i giovanissimi si vaccinano

Sull’utilità di somministrare il vaccino alla popolazione compresa tra i 12 e i 17 anni, le posizioni dei vari Paesi possono essere molto diverse.

Mentre, per esempio, in Germania, il Governo ha deciso solo oggi di dare avvio alla vaccinazione di chi, compiuti i 12 anni, sta per rientrare a scuola, in quanto era frenato dal Comitato permanente per la vaccinazione (Stiko), ancora scettico, in Italia, la campagna vaccinale mirante ai più giovani è stata avviata da alcune settimane, ormai.

L’immunologo Silvio Garattini, presidente dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri, ai microfoni di Radio Colonia, spiega la decisione dell’Italia.

Secondo Garattini, i benefici del vaccino superano di gran lunga i rischi e ciò sulla base di diversi studi scientifici. Gli argomenti a favore del vaccino per la giovane popolazione italiana sono di varia natura: dalla necessità di frenare il diffondersi della Variante Delta e lo sviluppo di nuove varianti all’obbligo scolastico e, quindi, l’importanza di poter tornare a scuola in presenza, dalla protezione individuale a quella collettiva.