Live hören
Jetzt läuft: Afro Beat von Sekou Kouyaté

Turco (o italiano) al posto dell’inglese?

Ascolta l'intervista a Cristina Giordano

COSMO Radio Colonia - Beitrag 13.02.2019 05:59 Min. Verfügbar bis 13.02.2020 COSMO

Download Podcast

Turco (o italiano) al posto dell’inglese?

di Cristina Giordano

È la provocazione lanciata dal presidente del Consiglio di Integrazione del Nordreno-Vestfalia, Tayfun Keltek. Le lingue straniere vanno messe tutte sullo stesso piano o esistono lingue di serie A e lingue di serie B? Il punto di Cristina Giordano, e l’opinione di esperti del mondo della scuola.

Englisch Unterricht, Symbolbild

Presto una riforma dell'insegnamento delle lingue straniere

La provocazione del presidente del Consiglio di Integrazione regionale, Tayfun Keltek (Spd), è di fatto la risposta alla ministra regionale dell’istruzione, Yvonne Gebauer (Fdp). Gebauer nelle prossime settimane presenterà un “masterplan”, nel quale si prevede l’aumento di ore di tedesco e matematica, e una riforma dell’insegnamento delle lingue straniere – benché la ministra abbia già sottolineato che l’inglese non si tocca.

Keltek – lui stesso di nazionalità turca – intervistato dai nostri colleghi di Köln Radyousu, trasmissione turca di Cosmo, ha ridimensionato la sua dichiarazione – sostenendo di essere stato frainteso dal Kölner Stadt Anzeiger – il quale avrebbe riportato erroneamente le sue parole. Nonostante ciò, la miccia del dibattito era ormai accesa, e le reazioni non si sono fatte attendere.

Critico anche il Deutscher Lehrerverband – l’Unione degli insegnanti tedeschi – che in proposito ha parlato di proposta che comprometterebbe l’integrazione. Il dibattito ha toccato non solo la sfera pedagogica, ma anche quella politica.

Abbiamo raccolto l’opinione di esperti del mondo della scuola, da anni in Germania: Antonietta Zeoli, preside del liceo Wim Wenders di Düsseldorf, Rosella Benati e Tatiana Bisanti, esperte di scuola e bilinguismo.

Stand: 13.02.2019, 18:25