Live hören
Jetzt läuft: Tão Bom von Drik Barbosa

Caos Siria del Nord

Ascolta l'intervista a Nicola Pedde

COSMO Radio Colonia - Beitrag 14.10.2019 06:05 Min. Verfügbar bis 13.10.2020 COSMO

Download Podcast

Caos Siria del Nord

di Enzo Savignano e Luciana Caglioti

Prosegue l'offensiva dell'esercito turco contro i curdi, ritenuti da Ankara terroristi. Alcuni Paesi dell'Ue pronti ad un embargo delle esportazioni delle armi alla Turchia. Cerchiamo di analizzare la situazione con Nicola Pedde, direttore dell' Institute of Global Studies di Roma.

siria

Carri armati turchi nel Nord della Siria

Numerosi carri armati, mezzi blindati e unità militari dell'esercito turco e delle milizie arabe filo-Ankara sono entrati nelle ultime ore nel Nord della Siria a ovest del fiume Eufrate, in un'area già controllata dalla Turchia, per sferrare un attacco a Kobane dal fronte occidentale. Lo riferiscono fonti militari turche. Oggi il presidente turco, Recep Erdogan, ha parlato in pubblico per la prima volta dopo l'accordo Curdi-Assad. sostenendo di avere l'appoggio di Mosca all'attacco della città curda di Kobane. L'Italia e la Francia hanno chiesto alla Turchia di cessare immediatamente le operazioni militari e hanno condannato l’attacco turco nella Siria nord-orientale. Molti Paesi dell'Ue, ma non tutti, sono pronti ad introdurre l'embrago di esportazioni di armi alla Turchia. "L'Europa sta svolgendo un ruolo marginale in questo nuovo conflitto. È mancata finora una significativa azione politica da parte dell'Ue", sostiene Nicola Pedde, direttore dell' Institute of Global Studies di Roma e della della rivista Geopolitics of the Middle East.

Stand: 14.10.2019, 18:05