Live hören
Jetzt läuft: Lágrimas Negras von Havana Meets Kingston Mista Savona feat. Beatriz Márquez

Teatro a domicilio

Ascolta il servizio di Alessandra Bartali

COSMO Radio Colonia - Beitrag 24.03.2021 04:48 Min. Verfügbar bis 24.03.2022 COSMO


Download Podcast

Teatro a domicilio

di Alessandra Bartali

Sono attori, ma girano con zaini cubici sulle spalle come i rider. Al posto delle pizze hanno mini-scenografie, che consegnano insieme alle loro performance. Così il teatro sopravvive in pandemia

Un attore in bicicletta con lo zaino del teatro mobile

Con il teatro a domicilio gli attori diventano dei “rider della cultura”

Tra i vari anniversari Covid che festeggiamo tristemente in questo periodo c'è anche quello della chiusura dei teatri. I quali, al contrario di quasi tutte le altre realtà (produttive o meno), in Italia non hanno mai riaperto e della cui riapertura non si parla, se si esclude una bozza che di fatto riguarderà eventualmente solo le grandi sale. Lo spettacolo, però, è andato avanti e l'ha fatto grazie all'idea di un attore pugliese.

All'inizio della pandemia Ippolito Chiarello ha dato vita alle Unità Speciali di Continuità Artistica, con l'obiettivo di portare in scena, su richiesta, spettacoli dal vivo in spazi aperti come giardini, terrazze o chiostre condominiali, in modo da rispettare le norme anti-covid.

Gli attori diventano dei “rider della cultura”: nei loro zaini cubici, al posto della pizza, trasportano gli elementi essenziali per la scenografia degli spettacoli che i clienti ordinano sulla base di un menu.

L'idea di Chiarello è stata ripresa da artisti di tutta Italia, perchè il teatro questo da sempre fa per sopravvivere: si reinventa, facendosi portavoce del proprio tempo. Massimo Risi e Tommaso Ricci girano con i loro mega-zaini da delivery tra giardini e terrazzi della provincia di Pisa.

Stand: 24.03.2021, 18:11