Live hören
Jetzt läuft: Deeper von Ella Eyre

Tatort, un mito tedesco

COSMO italiano 02.11.2022 20:58 Min. Verfügbar bis 02.11.2023 COSMO Von Luciana Caglioti


Download Podcast

Tatort, un mito tedesco

Stand: 02.11.2022, 16:29 Uhr

di Luciana Caglioti, Vincenzo Savignano, e Cristiano Cruciani

È la serie televisiva più longeva e seguita nella storia della tv tedesca. Enzo Savignano ci racconta la sua storia e le principali caratteristiche. Il critico Ulrich Noller ci spiega i motivi del successo di questa serie poliziesca. Infine la sceneggiatrice Karlotta Ehrenberg racconta come viene realizzato un Tatort.

ballauf schenk

I protagonisti Thiel e Boerne, a Münster

Un mito esclusivamente tedesco

Il Tatort è la Germania, è probabilmente la serie televisiva che per certi versi e punti di vista racconta al meglio questo Paese. È una serie che ha un seguito enorme, milioni e milioni di persone la domenica sera alle 20.15 sul primo canale pubblico ARD hanno un appuntamento fisso. In Italia la serie con il titolo “Tatort, la scena del crimine”, va in onda sul canale Giallo dal gennaio del 2018. Alcuni episodi vennero trasmessi a fine anni ’80 da Telemontecarlo poi divenuta La7, ma non riscossero grande successo.

La storia della serie televisiva

Il primo Tatort andò in onda nel novembre del 1970. I primi episodi si svolgevano soprattutto a Berlino Ovest ed Amburgo. Nel tempo la serie ha iniziato a coinvolgere molte città tedesche, Colonia, Dortmund, anche altre città della Ruhr, ma anche Münster, Brema, Monaco di Baviera, Ludwigshafen, e a est Dresda e Lipsia. Interessante anche il fatto che le produzioni dei singoli Tatort facevano e fanno sempre riferimento alle emittenti pubbliche regionali. Tutto questo è dovuto alla concezione stessa della serie concepita come un co-produzione delle nove emittenti Regionali dell’emittente pubblica ARD. Per i Tatort quindi che si svolgono nel Nord Reno Vestfalia la produzione è del WDR, per Berlino subentra la RBB, e così via. Per quanto riguarda il pubblico telelevisivo è sempre piuttosto costante di tutte le età, ogni puntata viene seguita in media da 8,5 milioni di telespettator. I Tatort più amati sono quelli di Colonia che quest’anno celebra i suoi 25 anni, ma anche Münster in TV da 20 anni e Dortmund da 10 anni.


I commissari dei Tatort

tatort

I protagonisti degli episodi di Dortmund

Inizialmente nei Tatort c’era sempre un singolo commissario uomo che conduceva le indagini e risolveva il caso. Poi nel tempo c’è stata un’evoluzione con l’arrivo delle prime commissarie donne e poi con la creazione delle coppie più o meno ben assortite e più o meno amate dal pubblico tedesco. Attualmente ci sono 17 investigatori o coppie o gruppi di investigatori.  In tutto ce ne sono state 80. Le principali sono Ballauf e Schenk a Colonia, interpretati dagli attori Klaus J. Behrend e Dietmar Bär. Ma anche Borowski e Sahin a Kiel, ad interpretarli Axel Milberg e Amila Bagriacik. Ma riscuotono un notevole successo anche Falke e Grosz ad Amburgo, messi in scena da Wotan Wilke Möhring e Franziska Weisz. E Thiel e Boerne a Münster, interpretati da Axel Prahl e Jan Josef Liefers, una delle coppie secondo i critici meglio assortita e riuscita perché dà al Tatort di Münster anche un tocco di comicità, che difficilmente si trova negli altri episodi.

I motivi del successo de “La scena del crimine”

Il giornalista Ulrich Noller, esperto di romanzi e film polizieschi, di recente in un'intervista rilasciata a WDR 5 ha cercato di spiegare il fenomeno Tatort: “Il Tatort negli anni ’70 richiamava famiglie e amici a seguire gli episodi in casa di fronte alla Tv. Tuttora molte persone non escono la domenica sera per non perdere Tatort. Altri lo fanno per andare in un locale e vedere la serie poliziesca in gruppo. In tutta la Germania nelle città si trovano locali che offrono Tatort - Public Viewing. Così il Tatort è diventato un'esperienza collettiva“.

Come nasce un Tatort

Ce lo ha raccontato Karlotta Ehrenberg, sceneggiatrice del Tatort di Ludwigshafen, con la  ormai mitica ispettrice capo Odenthal, interpretata dall’attrice Ulrike Folkerts e con la giovane commissaria Stern. Ehrenberg ha scritto la sceneggiatura di "Marlon", questo è il titolo del suo Tatort andato in onda a maggio. La storia di un bambino di otto anni, quasi nove, che viene trovato morto a scuola. Marlon è un bambino difficile, aggressivo, incompreso, al quale però non è mai stata diagnosticato nessun malessere psichico preciso.