Live hören
Jetzt läuft: No Te Debí Besar von Paloma Mami C. Tangana & Alizzz

Spostamento a sinistra

Ascolta l'intervista a Ubaldo Villani-Lubelli

COSMO Radio Colonia - Beitrag 02.12.2019 06:01 Min. Verfügbar bis 01.12.2020 COSMO

Download Podcast

Spostamento a sinistra

di Cristina Giordano e Francesca Montinaro

La Spd cambia volto e vota Saskia Esken e Norbert Walter-Borjans ai vertici. I socialdemocratici si spostano a sinistra. E non è esclusa una crisi di governo. L'analisi di Ubaldo Villani-Lubelli, ricercatore all'Università del Salento e esperto di politica tedesca.

Norbert Walter-Borjans (links) Saskia Esken

Norbert Walter-Borjans (sinistra) e Saskia Esken

Angela Merkel si è detta pronta a dialogare con la Spd, ma, tramite il suo portavoce Steffen Seibert ha respinto l’ipotesi di rinegoziazioni sul contratto di coalizione. Nel corso del fine settimana la Spd è stata chiamata a rinnovare la leadership del partito, che ora vede in testa Saskia Esken e Norbert Walter-Borjans.

I due nuovi leader votati dal 53% della base dei socialdemocratici sono esponenti dell’ala più "a sinistra" del partito, promotori di un pacchetto sul clima più coraggioso e un aumento del salario minimo a 12 euro all’ora. Uno spostamento a sinistra che potrebbe non piacere all’Unione, e che potrebbe portare a una crisi di governo.

Riflettori puntati sul prossimo congresso della Spd (6-8 dicembre), nel quale si indicherà il futuro di un partito attualmente ai minimi storici e spaccato in due anime, quella più « socialista » e quella più « liberale », come ci spiega Ubaldo Villani-Lubelli, ricercatore di storia e delle istituzioni politiche, presso l'Università del Salento, esperto di politica tedesca.

Stand: 02.12.2019, 18:15