Live hören
Jetzt läuft: Agua viva von iZem feat. Nina Miranda

Sulle sigarette la Germania contro tutti

Sulle sigarette la Germania contro tutti

di Enzo Savignano

È l'unico Paese Ue a non aver adottato la convenzione dell'Istituto mondiale della sanità del 2005 per vietare la pubblicità delle sigarette. LobbyControl denuncia il rapporto di scambio tra politica tedesca e le multinazionali del tabacco.

sigarette

Pubblicità di sigarette in Germania

Solo nel 2016, secondo dati pubblicati dai media tedeschi, le grandi aziende del tabacco hanno speso in Germania 90 milioni di euro per pubblicizizzare le sigarette. La spesa, spiegano da Lobbycontrol, va messa in relazione con la forte influenza delle multinazionali del tabacco sul mondo politico tedesco. Un’influenza che si può anche calcolare in denaro. Tutti i partiti, fatta eccezione per Verdi e Linke, hanno ottenuto finanziamenti leciti, ossia previsti dalla legge, dalle grandi aziende del Tabacco. Si parla di donazioni di decine di migliaia di euro ogni anno, ma a queste vanno aggiunte le sponsorizzazioni e qui le cifre salgono. Molti politici nel corso delle loro campagne elettorali si sono fatti sponsorizzare dalle grandi multinazionali del tabacco. Ma secondo LobbyControl il più sponsorizzato è stato Volker Kauder, che ha svolto sempre un ruolo fondamentale per rinviare, bloccare ed evitare disegni di legge volti a vietare le pubblicità delle sigarette. L’ex capogruppo al Bundestag dell’Unione democristiana Cdu Csu ha spesso visitato la sede dell’azienda tedesca Efka Imperial Tobacco che ha sede proprio nella sua circoscrizione elettorale. Ogni anno in Germania 120.000 persone muoiono per le conseguenze del fumo delle sigarette. I danni del fumo determinano anche dei costi per lo Stato federale e l’economia tedeschi che è di circa 80 miliardi di euro all’anno.

Stand: 04.02.2019, 18:15