Live hören
Jetzt läuft: Rude von Magic!

Il seggiolino antiabbandono

Ascolta l'intervista a Giulio Galoppo

COSMO Radio Colonia - Beitrag 13.11.2019 05:04 Min. Verfügbar bis 12.11.2020 COSMO

Download Podcast

Il seggiolino antiabbandono

di Giulio Galoppo

È caos sull’obbligo dei seggiolini antiabbandono in auto destinati ai bimbi di età inferiore ai quattro anni. Entrato in vigore il 7 novembre 2019, il decreto attuativo sui dispositivi antiabbandono ha già scatenato accese polemiche. A Radio Colonia ne abbiamo parlato con Giulio Galoppo

Kind im Kindersitz

In Italia c'è l'obbligo del seggiolino antiabbandono

Come funzionano questi seggiolini con dispositivo antiabbandono?

Esistono diverse tipologie di sistemi. Alcuni sono integrati nel seggiolino, altri, invece, vengono aggiunti ai vecchi seggiolini. C’è, per esempio, una specie di "cuscinetto" che si sistema direttamente sotto un normale seggiolino auto per bambini. Lo scopo è quello di evitare che i genitori dimentichino i propri bimbi in macchina. La decisione è stata presa perché negli ultimi anni sono stati ben otto i bambini morti perché dimenticati nell’autoveicolo.

I dispositivi funzionano in combinazione con un cellulare?

Non necessariamente. Esistono prodotti che non necessitano dello smartphone, però sono di produttori terzi, che non fanno seggiolini e siccome i seggiolini sono prodotti omologati, sono solo i produttori che hanno l’omologazione a poter dire quali prodotti possano essere usati sui loro seggiolini.

A cosa va incontro chi non si adegua alla normativa?

Chi non ha il dispositivo in auto rischia una multa che può variare dagli 83 ai 333 euro, oltre alla decurtazione di 5 punti dalla patente. Se entro due anni dalla prima multa, lo stesso soggetto viene colto di nuovo in flagrante, oltre alla sanzione pecuniaria avrà anche la sospensione della patente da 15 giorni a 2 mesi. Gli automobilisti, genitori di bimbe e bimbi sotto i quattro anni, per evitare tutto questo, sono obbligati di fatto a un acquisto frettoloso, col rischio di avere, alla fine, un prodotto non adeguato allo scopo. A meno che, l’entrata in vigore delle sanzioni slitti al marzo 2020 per consentire l’adeguamento alla nuova norma. Paola De Micheli, ministra delle infrastrutture e dei trasporti pare stia lavorando ad un decreto che consenta il rinvio delle sanzioni.

Come si deve regolare chi, proveniente dall’Estero con una macchina con targa straniera, entri in Italia con a bordo un bimbo di età inferiore a quattro anni?

Chi è residente all’Estero e pianifica un viaggio in Italia col proprio veicolo, non deve preoccuparsi. Anche gli italiani che hanno una macchina con targa tedesca e sono iscritti all’AIRE, non hanno l’obbligo di montare il dispositivo. Attenzione, però. Se si ha una macchina con targa tedesca, ma si è residenti in Italia, allora vale l’obbligo del seggiolino antiabbandono. Un’altra cosa molto importante: chi noleggia una macchina in Italia, deve avere questo dispositivo a bordo. Questo mi è stato confermato anche da un ufficio della Motorizzazione Italiana.

Stand: 13.11.2019, 18:45