Live hören
Jetzt läuft: Sticks n Tones von Wanlov the Kubolor

Riaprono gli asili e le scuole elementari in Germania

asili

Riaprono gli asili e le scuole elementari in Germania

di Francesco Marzano e Vincenzo Savignano

Ogni Land ha tempi e modalità diverse. Nell'NRW oggi (8.06) hanno riaperto gli asili. Da lunedì 15 giugno tutte le Grundschulen. Anche per Berlino è previsto prima dell'estate il ritorno alla funzionalità completa degli asili, mentre per le scuole elementari si rimarrà con un sistema di lezioni alterne. Un aiuto ed un sollievo per molti genitori ma restano i dubbi e le preoccupazioni.

Negli asili (Kitas) sensazioni contrastanti
da un lato c'è la consapevolezza di poter aiutare finalmente i genitori lavoratori, dall'altro timore per il contagio e scetticismo per misure di sicurezza anti-Covid-19 a volte impraticabili. "Non è possibile pensare di inserire un bimbo di 11 mesi in un asilo utilizzando la mascherina per questi bambini le espressioni del viso delle educatrici sono fondamentali", racconta Manuela Puntillo, educatrice dell'asilo italo-tedesco Garten-Kinder di Colonia che ha riaperto a tutti i bambini da lunedì 8 giugno.

Preoccupazione per le scuole elemetari
Molti insegnati delle Grundschulen dell'NRW sono sorpresi della decisione del ministero dell'Istruzione di riaprire le scuole a tutti gli scolari dal 15 giugno. Finora era stato seguito un protocollo ben preciso che prevedeva le lezioni scolastiche solo ad un determinato numero di studenti che venivamno divisi in gruppi ed in diversi orari. "Ora da lunedì torneranno tutti insieme. Ma come rispetteremo le regole per esempio del distanziamento sociale durante la pausa quando ci saranno 300 bambini nel cortile della scuola?", si chiede perplessa Fausta Dongiovanni insegnante in una Grundschule di Düsseldorf. Dongiovanni inoltre sottolinea la preoccupazione per eventuali contagi che saranno anche difficilmente tracciabili. "Tra due settimane andremo tutti in vacanza, come faremo a sapere se qualcuno è stato contagiato?".

Le scuole hanno superato la prova 'Maturità'
In molte scuole dell'NRW si sono svolti gli esami di maturità. Nonostante la situazione straordinaria e complicata nella maggioranza dei casi si è svolto tutto secondo il protocollo. Tutti hanno collaborato in modo costruttivo, insegnati e maturandi. "Nell'aula magna abbiamo allestito 60 posti distanziati di circa 2 metri. Tutto prima e dopo lo svolgimento degli esami anche i compiti scritti sono stati disinfettati", racconta Luigi Giunta, insegnate del Gymansium Leibniz-Momtessori di Düsseldorf.

In Italia ancora grande incertezza sulla ripresa delle scuole
Questa settimana inizia la pausa estiva in tutte le regioni ma già ci si chiede come riprenderà la didattica a settembre. Non sono ancora note le linee guida del Ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, per il ritorno a scuola, ma si parla di tornare in classe con 10-12 alunni per mantenere le distanze di sicurezza. Il che vuol dire, se si escludono doppi turni per i docenti: necessità di più maestri e professori. I sindacati fanno i conti: vorrebbe dire tra gli 80 e i 120 mila docenti e 28 mila bidelli in più, per cui non bastano certo 1,5 Miliardi come previsto dal decreto legge Rilancio. Ne servirebbero almeno 3 di miliardi e solo per la ripartenza.

Stand: 08.06.2020, 18:20