Live hören
Jetzt läuft: Zabumba von VHOOR

Il business delle mascherine

Ascolta l'intervista a Giulio Galoppo

COSMO Radio Colonia - Beitrag 08.03.2021 05:26 Min. Verfügbar bis 08.03.2022 COSMO


Download Podcast

Il business delle mascherine

di Giulio Galoppo

I deputati Nikolas Löbel (CDU) e Georg Nüßlein (CSU) sotto accusa per aver facilitato forniture di mascherine a enti pubblici in cambio di denaro. Lo scandalo potrebbe avere pesanti ripercussioni politiche.

Nikolas Löbel

Travolto dalla scandalo, Nikolas Löbel abbandona la carriera politica

Alla fine, il deputato cristiano-democratico Nikolas Löbel ha ceduto e rassegnato le dimissioni con effetto immediato da membro del Bundestag, dopo aver già rinunciato al gruppo parlamentare CDU/CSU e dichiarato di abbandonare la vita politica. La sua colpa: aver speculato sulla crisi, facendo da mediatore tra aziende private e il suo Land, il Baden-Württemberg, nell’acquisto di mascherine, un affare che gli ha fatto guadagnare 250 mila Euro.

Come lui, il deputato CSU Georg Nüßlein, avrebbe intascato 660 mila Euro per aver contrattato con una società cinese l’acquisto di mascherine. Quest’ultimo è ora indagato dalla Procura di Monaco di Baviera per corruzione. A differenza di Löbel, tuttavia, Nüßlein, pur essendosi dimesso dal gruppo parlamentare CDU/CSU e avendo riconsegnato la sua tessera alla CSU, ancora non sembra voler rinunciare alla poltrona di deputato al Bundestag prima della fine del suo mandato, il prossimo 31 agosto.

Dall’Unione si fanno sempre più pressanti le richieste di tali dimissioni e, da Markus Söder, governatore della Baviera, quella di usare i soldi così ottenuti per fare donazioni. L’FDP chiede che si costituisca una commissione parlamentare di inchiesta. Intanto, l’Unione trema alla vigilia delle prossime elezioni regionali e, a settembre, di quelle politiche.

Stand: 08.03.2021, 18:51