Live hören
Jetzt läuft: Ponci ponci von Brenda Fassie

Ritorna il lockdown

Ritorna il lockdown

COSMO Radio Colonia - Beitrag 14.12.2020 06:43 Min. Verfügbar bis 14.12.2021 COSMO


Download Podcast

Ritorna il lockdown

di Vincenzo Savignano e Francesca Montinaro

Quello light non ha sortito i risultati sperati e quindi si torna alle chiusure di marzo e aprile per evitare il collasso delle terapie intensive. Vincenzo Savignano ci aggiorna sulle nuove misure

lockdown

A ridosso dei giorni di Natale, dopo aver annunciato un allentamento delle misure per i giorni di festa la Germania fa marcia indietro e chiude tutto. Per la seconda volta dall'inizio della pandemia l'intero Paese entrerà da mercoledì 16 dicembre nel cosiddetto lockdown duro: una decisione presa ieri da Governo federale e Länder per invertire la tendenza della curva dei contagi e delle vittime che continua a salire.

Quali le nuove misure?  
Da mercoledì 16 dicembre a domenica 10 gennaio entrerà in vigore il secondo vero e proprio lockdown e non più light come era stato definito, forse con eccessiva superficialità dai politici e media tedeschi. Il principio di queste nuove misure è sempre lo stesso : ogni individuo, ogni cittadino deve ridurre al massimo i contatti umani con le altre persone. Quindi, fatta eccezione per i minorenni fino a 14 anni, anche all’interno delle famiglie si potranno incontrare contemporaneamente al massimo 5 persone, provenienti da due nuclei abitativi o famigliari diversi. A queste si possono aggiungere nei giorni di Natale dal 24 al 26 altre 4 persone, anche provenienti da nuclei famigliari diversi. Queste eccezioni valgono solo per i giorni di Natale.

Misure straordinarie anche per Capodanno ?
A Capodanno nessuna concessione alle riunioni familiari, resta il limite delle 5 persone. Inoltre è stato vietato l’utilizzo e la vendita dei fuochi d’artificio utilizzati tradizionalmente la notte di San Silvestro. Il ministro-presidente della Baviera Markus Söder ha spiegato che la misura dovrebbe evitare l’arrivo nei pronto soccorso degli ospedali di centinaia di feriti a causa dei botti di capodanno. In Baviera da mercoledì inoltre scatterà il coprifuoco dalle ore 21 sera, in alcuni distretti dalle 23, fino alle 6 del mattino. Chi uscirà senza un motivo valido dovrà pagara una multa di 500 euro. Tutte misure ha spiegato oggi Söder per evitare il collasso delle terapie intensive.
Un’altra misura preventiva adottata in Baviera e in tutti gli altri 15 länder, a molti sembrata tardiva, riguarda le case di riposo di anziani. Il personale paramedico e medico che lavora in queste strutture dovrà essere sottoposto a test rapidi continuamente, e i visitatori potranno accedere alle strutture solo dopo aver presentato il risultato negativo al test anti-covid. Nelle ultime settimane si è registrato un aumento esponenziale di contagi e morti tra gli anziani ospitati nei migliaia di centri per anziani della Germania.

Questa non è l’unica misura che sembra arrivare troppo tardi ?
Sì questa è la critica di molti esperti, della maggior parte dei media tedeschi e dell’opposizione. Ricordiamo che tutta la strategia di Merkel e del governo federale ma anche dei länder si basava sui numeri e dati scientifici ossia che nei distretti in cui si superavano i 50 contagi settimanali per 100.000 abitanti bisognava introdurre misure restrittive fino a quando i contagi rientravano sotto questa soglia. È stato fatto all’inizio della pandemia ma poi questo parametro è stato preso poco in considerazione. Da settimane decine di distretti in tutti i 16 länder tedeschi avevano superato questa soglia. Il 2 novembre si era intervenuti con il cosiddetto lockdown light che sembrava convincere poco anche la stessa Merkel.

Ma il lockdown light non ha funzionato ed era evidente già da due settimane perché non si è intervenuti prima ?
Credo che in pochi si aspettavano un’evoluzione cosí negativa della situazione. Ma alcune avvisaglie c’erano state quando il Robert Koch Institut aveva sottolineato che gli uffici sanitari sparsi in Germania non riuscivano più a testare tutti coloro che lo richiedevano. Quindi si è parlato di un cambio di strategia: ossia sottoporre ad un test solo chi presentava evidenti sintomi influenzali o di sospetto covid, da quel momento i contagi sono saliti sensibilmente, l’ultimo dato relativo all’indice settimale è il più alto da inizio pandemia 176,4 al livello federale . La sensazione è che si è aspettato molto anche per evitare di chiudere attività commerciali ed esercizi già a rischio a causa del primo lockdown.

Vogliamo ricorcare quali negozi e ed esercizi commerciali resteranno aperti dal 16 dicembre ?
Resteranno aperti supermercati, uffici postali e banche ma anche tutti gli alimetari anche per animali domestici. Continueranno a lavorare farmacie, drogherie, ottici, benzinai, officine di riparazione per auto, moto e biciclette, ma anche lavanderie i kiosk che vendono i giornali e anche i venditori di alberi di Natale. Le scuole e gli asili chiuderanno dal 16 e dovrebbero aprire l’11 gennaio. Nel Nord Reno Westfalia dalla prima alla settima classe le scuole sono aperte tutta la settimana, ma i genitori possono decidere di lasciare i figli a casa. Dall'ottava classe in poi sono previste solo le lezioni a distanza.

Si naviga a vista quindi ?
Sì è il caso di dirlo e questa è una delle principali critiche di media ed opposizione sembra non esserci una vera e propria strategia a lungo termine. Il 4 gennaio ci sarà una verifica dei risultati ottenuti da parte di governo federale e länder e a quel punto si deciderà se allentare o mantenere le misure che entreranno in vigore mercoledì.

Stand: 14.12.2020, 18:29