Live hören
Jetzt läuft: Ganja Burns von Nicki Minaj

Moria: il dramma dopo l'incendio

Ascolta il racconto di Giovanna Scaccabarozzi

COSMO Radio Colonia - Beitrag 10.09.2020 02:59 Min. Verfügbar bis 10.09.2021 COSMO

Download Podcast

Moria: il dramma dopo l'incendio

di Cristina Giordano e Filippo Proietti

Le fiamme hanno distrutto parte del campo profughi dell'isola greca di Lesbo. "La situazione ora è drammatica" racconta Giovanna Scaccabarozzi, referente di Medici Senza Frontiere sul posto. Ma come vivono questa crisi i greci? L'analisi del giornalista Francesco De Palo.

Flüchtlinge verlassen den Flüchtlingslager von Moria, Griechenland

Profughi lasciano il campo di Moria, in fiamme.

Angela Merkel e Emmanuel Macron, in un accordo congiunto, hanno oggi annunciato la volontà di accogliere 400 minori dal campo profughi di Moria, a Lesbo. I minori dovrebbero essere redistribuiti tra i paesi europei che condividono l’iniziativa.

Nel frattempo, sempre più parlamentari tedeschi si stanno schierando contro la politica d’asilo voluta da Horst Seehofer (Csu). In una lettera 16 parlamentari dell'Unione chiedono al ministro dell’Interno di accogliere 5.000 profughi attualmente nei campi greci.

Dopo l’incendio scoppiato ieri (9.9.2020) nel campo profughi di Moria, la situazione è drammatica, racconta Giovanna Scaccabarozzi, referente medico di Medici Senza Frontiere al campo:

«È una catastrofe annunciata ma non si è mai pronti abbastanza. Abbiamo metà delle persone dislocate tra il campo e la città, dove comunque non hanno accesso perché la polizia ha creato una barriera invalicabile».

Secondo quanto riportato dai media greci, gli incendi sarebbero l’ennesima azione di protesta dei profughi, in questo caso contro le regole che impongono la quarantena all'intera aerea del campo. Negli ultimi giorni il campo sovraffollato, che accoglie oltre 12.000 profughi, avrebbe registrato 35 casi di contagio da coronavirus.

Scaccabarozzi in un audio inviato nella notte (9.9.2020) a Medici Senza Frontiere, racconta che 5.000-6.000 persone sarebbero ora disperse nei campi e nelle strade circostanti. Per tutti i migranti, anche per chi vive nella parte del campo non coinvolta dall’incendio, sarebbe attualmente impossibile accedere a servizi quali: acqua, cibo, abiti, supporto psicologico e cure mediche.

Ascolta l'intervista a Francesco De Palo

COSMO Radio Colonia - Beitrag 10.09.2020 05:18 Min. Verfügbar bis 10.09.2021 COSMO

Download

Medici Senza Frontiere si sta organizzando per far fronte all’emergenza e provvedere a installare cliniche mobili per poter raggiungere le persone in difficoltà.

Ma come vedono i greci questa crisi? Il giornalista Francesco De Palo dalla Grecia commenta così: «non si può chiedere alla Grecia più di quello che ha fatto in questi anni, sia da un punto di vista politico, che finanziario».

Stand: 10.09.2020, 18:20