Pegasus, la nuova frontiera dello spionaggio

Ascolta l'intervista a Pierluigi Paganini

COSMO Radio Colonia - Beitrag 21.07.2021 06:23 Min. Verfügbar bis 21.07.2022 COSMO


Download Podcast

Pegasus, la nuova frontiera dello spionaggio

di Vincenzo Savignano e Daniela Nosari

È un nuovo "spyware" con cui si possono controllare tutti i dati di un telefono cellulare. È stato utilizzato per spiare giornalisti ma anche politici e dissidenti. Ne parliamo con Pierluigi Paganini, consulente per le frodi informatiche del ministero dell'Economia e delle Finanze.

pegasus

Lo spyware che controlla i cellulari

È stato realizzato nel 2011 da un'azienda israeliana, la Nso che lo ha presentato come uno strumento decisivo destinato alla lotta contro il terrorismo e il crimine organizzato. Successivamente peró ne sono entrati in possesso altri soggetti: privati, governi non esattamente democratici e anche la criminalità organizzata. Un consorzio di giornalisti investigativi, tra cui anche colleghi del WDR, NDR e della Süddeutsche Zeitung, coordinati dal gruppo Forbidden Stories, e con l'aiuto di Amnesty International, hanno verificato che lo spyware è stato utilizzato per controllare centinaia di persone: giornalisti, dissidenti, oppositori politci. "È un software spia, una volta installato sul telefono è in grado di prenderne il completo controllo, può accedere a tutte le informazioni salvate, a tutte le comunicazioni in ingresso ed uscita. Con Pegasus è possibile controllare il microfono e la videocamera ed è in grado di individuare la posizione del cellulare. In questo modo il telefono diventa un perfetto strumento di spionaggio", spiega Pierluigi Paganini.

Anche poltici di rilievo, come il presidente francese Macron, sarebbero stati spiati, ma anche diplomatici e alti funzionari. Tra gli stati che hanno fatto uso di Pegasus ci sarebbero, ad esempio, l'Arabia Saudita, il Kirghizistan, l'Azerbaigian, il Marocco ma anche il Messico e addirittura uno stato membro dell'Unione Europea, l'Ungheria, che però nega di esserne a conoscenza. Siamo di fronte ad una grave lesione di diritti civili, a iniziare dalla libertà di stampa. Si sospetta inoltre che Pegasus abbia avuto un ruolo nell'uccisione del giornalista Jamal Khashoggi nell'Ambasciata dell'Arabia Saudita ad Istanbul.

Stand: 21.07.2021, 18:13