Live hören
Jetzt läuft: Herside Story von Hare Squead

La disoccupazione femminile

Ascolta l'intervista ad Alessandra Servidori

COSMO Radio Colonia - Beitrag 04.02.2021 05:58 Min. Verfügbar bis 04.02.2022 COSMO


Download Podcast

La disoccupazione femminile

di Giulio Galoppo e Luciana Caglioti

I nuovi dati Istat parlano chiaro: la situazione dell'occupazione femminile in Italia è drammatica. Ma non è solo colpa della pandemia. Da cosa dipende questa fragilità delle donne nel mercato lavorativo italiano? Ne parliamo con Alessandra Servidori, docente, editorialista ed esperta di politiche del welfare.

Eine Frau in Home Office

Sono ancora le donne che spesso devono conciliare famiglia e lavoro

Sono davvero allarmanti i nuovi dati Istat sull’occupazione nel Bel Paese e ci danno la misura di quanto ci sia ancora da fare per raggiungere la parità di diritti tra uomini e donne nel mondo del lavoro italiano. A dicembre 2020, infatti, il numero dei lavoratori è sceso di 101 mila unità, di queste ben 99 mila sono donne. E in tutto il 2020 c'è stato un crollo drastico dell'occupazione femminile, quasi il triplo rispetto a quella maschile.

La pandemia gioca sicuramente un ruolo importante, ma non è di certo l’unica causa, sottolinea Alessandra Servidori, esperta di politiche del welfare, nonché presidente nazionale dell'associazione di promozione sociale per le donne "Tutte per l'Italia". Le cause, dice Servidori, vanno cercate nella mancanza cronica di politiche per la promozione e il sostegno dell’occupazione femminile.

A tale riguardo, in Italia, alcuni mesi, fa, è nato il movimento "Il giusto mezzo" per ricordare che per far crescere il Paese bisogna investire sulle donne. Il simbolo è l'altra metà di una mela, il mondo femminile, che in Italia non verrebbe preso abbastanza in considerazione dal governo ad esempio nel recovery plan che aveva presentato il governo Conte. Servidori pone ora tutta la sua fiducia nel nuovo corso di governo che potrebbe avviare Mario Draghi.

Stand: 04.02.2021, 18:40