Live hören
Jetzt läuft: Appletree von Erykah Badu

Obbligo test per chi viaggia in aereo

Ascolta l'intervista a Cristina Giordano

COSMO Radio Colonia - Beitrag 30.03.2021 04:57 Min. Verfügbar bis 30.03.2022 COSMO


Download Podcast

Obbligo test per chi viaggia in aereo

di Cristina Giordano

Viaggiare all’estero non è vietato, ma aumentano le misure per scoraggiare i viaggiatori. Per chi arriva in Germania, da oggi, prima di salire in aereo è d’obbligo un test negativo. Ma come funziona? E quali regole valgono? Il punto di Cristina Giordano.

Polizei, Flughafen

Controlli negli aereoporti

Obbligo di test

Il test è d'obbligo per tutti, indipendentemente dalla classificazione del paese di partenza. Quindi per chi arriva dalla Spagna, ma anche dalla Grecia, dal Portogallo o dall’Italia. Questa nuova regola parte dalla mezzanotte di oggi. (30.3.2021 alle ore 0 :00). 

Cosa succede se prima di partire si scopre di essere positivi?

Il test anti-Covid è d'obbligo per tutti, indipendentemente dalla classificazione del paese di partenza. Quindi per chi arriva dalla Spagna, ma anche dalla Grecia, dal Portogallo o dall’Italia. Questa nuova regola parte dalla mezzanotte di oggi. (30.3.2021 alle ore 0 :00). 

Non rientrano in quest'obbligo i bambini sotto i sei anni e l’equipaggio. E sono previste eccezioni anche per i viaggiatori in transito che fanno solo scalo in un aereoporto tedesco, sempre che non arrivino da un cosiddetto “Virusvariantengebiet”, ovvero da un paese o da una regione dov'è diffusa una delle mutazioni del virus ritenute dal RKI particolarmente pericolose ( attualmente ad esempio il dipartimento della Mosella in Francia, oppure il Brasile o il Sudafrica – per le altre classificazioni, verificare il link del RKI). In questo caso anche per uno scalo, serve il test negativo.

l certificato con il risultato negativo deve essere presentato alla compagnia aerea prima di salire sull’aereo, e il test deve essere non più vecchio di 48 ore. Non è gratis ed è generalmente a carico del viaggiatore. È valido sia il test molecolare (il cosiddetto PCR-Test), ma anche il test rapido (Schnelltest), l’importante è che rispetti gli standard dell’OMS. Il certificato deve essere in tedesco, inglese o francese.

Eccezioni

La compagnia aerea di fatto non permette di salire sull’aereo, in caso di infrazione è costretta a pagare multe salate. Ci si deve recare in isolamento, seguendo le regole del paese in cui ci si trova. La quarantena può quindi anche variare, in alcuni paesi è di 10 giorni, in altri di 14 giorni. Attenzione perché "andare in quarantena" non significa necessariamente una vacanza gratuita, di fatto bisogna sostenere di tasca propria i costi di questo soggiorno obbligato.

Ci sono però alcune eccezioni. Maiorca per esempio, per non rischiare di perdere turisti che potrebbero essere scoraggiati da questa eventualità, offre la possibilità di trascorrere l’isolamento gratis negli hotel appositamente creati per la quarantena (i cosiddetti Covid-hotel), basta mostrare la tessera sanitaria europea.

Durata

Per ora quest'obbligo è previsto fino al 12 maggio. Difficile dire se verrà prolungato oppure no, dipenderà molto dall’andamento dei contagi. È comunque una delle tante misure che tende a scoraggiare e limitare fortemente i viaggi all’estero in concomitanza con le vacanze pasquali. Questa mattina all'aereoporto di Francoforte sono scattati i primi controlli, e chi arriva deve mostrare il certificato con il test negativo.

Una misura annunciata la scorsa settimana e posticipata di qualche giorno solo per permettere ai viaggiatori e soprattutto alle compagnie aeree di organizzarsi – come inviare kit di test nei luoghi di vacanza dove mancano le strutture, ad esempio alle Maldive. 

Se invece arrivo in Germania in auto c’è l’obbligo di test?

In questo caso non c’è l’obbligo di test alla partenza, ma solo all’arrivo. In particolare se si arriva dall’Italia si deve presentare il test (anche rapido) entro 48 ore dall’ingresso in Germania. Unica differenza rispetto al viaggio in aereo, è che in questo caso il test si può fare anche qui in Germania – basta rispettare i tempi. Attenzione, perché oltre al test, per i viaggiatori c’è anche un altro obbligo importante, che è quello di registrarsi online sul portale del ministero degli Esteri tedesco, al link «Einreisenanmeldung.de». Niente paura per chi teme le insidie del tedesco, si può compilare anche in italiano. In questo modo il governo Merkel vuole avere sotto controllo viaggi e spostamenti. Sulla quarantena di rientro in Germania invece bisogna fare molta attenzione, ci sono differenze a seconda del paese di provenienza in caso di  oppure del Land in cui si risiede.

Stand: 30.03.2021, 18:25