Live hören
Jetzt läuft: Back to black von Amy Winehouse

Nuove chiusure

Il gestore di una gelateria con mascherina e negozio vuoto

Nuove chiusure

di Francesca Montinaro

Mentre gli ultimi dati sulle infezioni registrano in Italia un balzo in avanti di oltre 21.200 contagi (riferiti alla giornata di ieri), aumentano le critiche al nuovo Decreto emesso sabato dal Presidente del Consiglio che impone una semi chiusura della vita sociale.

Regioni e province contrarie

La provincia di Bolzano-Alto Adige ha addirittura deciso altrimenti: i bar chiuderanno alle 20 e i ristoranti alle 22, diversamente da quanto stabilito per il resto d'Italia con la chiusura dei locali alle 18. Inoltre in Alto Adige restano aperti cinema, teatri e sale da concerto, al contrario di quanto fissato dal nuovo decreto di Conte, che chiude anche palestre e piscine. Il governatore del Veneto Luca Zaia ha accusato il governo di non aver accolto alcuna proposta di modifica da parte delle regioni, scegliendo di percorrere la strada da solo. E gli fa eco il Presidente del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Federiga che rimprovera al governo di aver fatto delle scelte sbagliate.

Si torna alla scuola a distanza

Ma oltre all'economia a rischio preoccupa in particolare la scuola, dopo la scelta del Governo di tornare alla didattica a distanza per medie e superiori almeno per il 75% delle lezioni. Antonello Giannelli dell'Associazione Nazionale Presidi, considera la decisione una sconfitta.

Misure insufficienti secondo Ricciardi

Ma c'è chi, dall'altra parte crede che le misure del Governo non siano sufficienti contro la diffusione del contagio: Walter Ricciardi, consulente del Ministro della Salute, ha ammesso che il nuovo decreto costituisce un passo avanti, ma non basta per contenere il virus, che in alcune aree del Paese dilaga incontrollato.

La preoccupazione della Cancelliera Angela Merkel

E in Germania Angela Merkel ha espresso preoccupazione davanti al direttivo del suo partito, la Cdu:  la Cancelliera teme un possibile impatto futuro dell'aumento dei contagi sulla disponibilità di terapie intensive, pertanto ha sottolineato l'importanza di fermare la crescita delle infezioni. Mercoledì ci sarà un nuovo vertice tra Governo e Länder: a causa dell'aumento delle infezioni tra le persone più anziane e le crescenti difficoltà degli uffici sanitari a seguire il tracciamento dei contagi   il portavoce dell'esecutivo Steffen Seibert prospetta nuove e più severe misure.
Ma tra queste non ci deve essere la chiusura delle scuole: di questo è convinto il governatore  del Nordreno Vestfalia Armin Laschet della CDU.
Intanto gli ultimi dati sui contagi rivelano un aumento di 8685 di contagi in riferimento alla giornata di ieri. Lo ha riferito il RKI.

Rinviato il congresso della CDU

E il partito Cristiano Democratico ha deciso ufficialmente di rimandare il congresso previsto per dicembre al prossimo anno, quello delle elezioni politiche. Al congresso della CDU si sarebbe dovuto scegliere il candidato ufficiale del partito alla Cancelleria: in lizza ci sono Armin Laschet, presidente del Land Nordreno Vestfalia, Friedrich Merz, vicepresidente del Consiglio economico della CDU (Vizepräsident des Wirtschaftsrats der CDU)  e Norbert Röttgen, presidente della Commissione Esteri del Bundestag. ( Vorsitzender des Auswärtigen Ausschusses im Deutschen Bundestag)

Cancellati altri mercatini di Natale

E infine è di oggi la notizia che dopo quello di Francoforte, è cancellato anche l'appuntamento col mercato di Natale di Norimberga, il  Christkindlesmarkt, uno dei più importanti e tradizionali della Germania, che avrebbe dovuto avere inizio il 27 novembre.

Stand: 26.10.2020, 18:20