Live hören
Jetzt läuft: Cidade Perdida von Flavia Coelho

Contro l’odio e il neonazismo in rete

Ascolta l'intervista a Stefano Gatti

COSMO Radio Colonia - Beitrag 04.11.2019 05:13 Min. Verfügbar bis 03.11.2020 COSMO

Download Podcast

Contro l’odio e il neonazismo in rete

di Cristina Giordano e Luciana Caglioti

Minacce di morte per i verdi Özdemir e Roth. Le misure del governo tedesco contro il neonazismo in rete e la proposta del deputato Marattin (Italia Viva) contro l’odio nel web in Italia. L’opinione di due esperti.

Die Grünen Politiker Claudia Roth und Cem Özdemir

Claudia Roth e Cem Özdemir (Verdi)

Ancora minacce di morte per dei politici tedeschi. Questa volta a riceverle sono i verdi Claudia Roth e Cem Özdemir. Özdemir a fine ottobre comparirebbe in cima a una lista di persone da uccidere indicate dal gruppo « Atomwaffen Division Deutschland ». Un chiaro sintomo del crescente neonazismo in Germania, esploso negli ultimi tempi con l’assassinio del politico cristianodemocratico Walter Lübcke (2 giugno 2019) e con l’attentato antisemita nella cittadina di Halle (9 ottobre 2019).

Per contrastare l’ondata del neonazismo, il governo tedesco la scorsa settimana ha approvato un pacchetto di misure che prevedono: l’obbligo da parte dei social network di segnalare alle forze dell’ordine minacce e insulti, una maggior protezione per i politici locali minacciati, e il divieto di porto d’armi per i membri di associazioni sospettate di neonazismo.

Misure che secondo diversi critici non sarebbero tuttavia sufficienti. Positivo invece il giudizio di Stefano Gatti, ricercatore dell’Osservatorio sull’Antisemitismo al Centro di documentazione ebraica contemporanea di Milano. Secondo Gatti, si tratterebbe comunque di un passo in avanti nella lotta alla xenofobia, ma sottolinea l’importanza della formazione continua per le forze di polizia, non sempre preparate su simboli e codici utilizzati in rete dall’estrema destra.

Ascolta l'intervista a Giovanni Ziccardi

COSMO Radio Colonia - Beitrag 04.11.2019 05:37 Min. Verfügbar bis 03.11.2020 COSMO

Download

E a proposito di rete, ha fatto discutere la proposta di Luigi Marattin (Italia Viva) di inserire l’obbligo di accesso ai social network solo con la carta di identità. Una misura pensata per arginare l’odio in rete, ma che è stata al centro di numerose polemiche.

Secondo Giovanni Ziccardi, professore di Informatica giuridica presso l’Università degli Studi di Milano, si tratterebbe di una misura tecnicamente e giuridicamente inattuabile, che presenta numerose falle. Secondo Ziccardi, le tecnologie non sono altro che lo specchio della nostra società.

Stand: 04.11.2019, 18:16