Live hören
Jetzt läuft: Dog Eat Dog von The Souljazz Orchestra

Quali aiuti contro il carovita in Germania?

COSMO italiano 31.08.2022 14:23 Min. Verfügbar bis 31.08.2023 COSMO Von Filippo Proietti


Download Podcast

Quali aiuti contro il carovita in Germania?

Stand: 31.08.2022, 18:00 Uhr

a cura di Filippo Proietti, Giulio Galoppo e Daniela Nosari

Un terzo pacchetto di aiuti arriverà presto, assicura il governo tedesco dopo il vertice di Meseberg. Inflazione e crisi energetica hanno infatti spinto Berlino a emettere misure straordinarie di sostegno al consumatore già negli ultimi mesi. Ma il governo tedesco ha anche deciso contributi aggiuntivi come quello per il gas, la “Gasumlage”. Una misura che fa discutere, perché rischia di gravare solo sui consumatori, a vantaggio anche di grandi aziende che non hanno bisogno di sostegno. Ce ne parla Giulio Galoppo, che ci ricorda gli aiuti ai cittadini già decisi dal governo tedesco. Ursula Engelen-Kefer, vicepresidente del Sozialverband Deutschland (SOVD), ci dà poi alcuni consigli su come far fronte agli esorbitanti aumenti dei prezzi dell’energia.

Olaf Scholz, Robert Habeck und Christian Lindner

Lindner, Scholz e Habeck al ritiro di Meseberg

“Gasumlage”, il contributo aggiuntivo per il gas

Secondo i piani del governo federale, dal 1° ottobre 2022 i consumatori di gas dovranno pagare una quota aggiuntiva di 2,4 centesimi per kilowattora. L'obiettivo è quello di ammortizzare gli elevati costi di approvvigionamento e proteggere le aziende colpite dalla minaccia di fallimento.

Dopo molte critiche, il Ministro dell'Economia Habeck ha ammesso che non è stata prestata sufficiente attenzione al problema dei profittatori che non hanno bisogno dei soldi del contributo e ha quindi fornito dettagli su come intende modificarlo. Le entrate che ne derivano andranno a beneficio solo delle aziende che soddisfano criteri aggiuntivi. Solo le aziende davvero rilevanti per la sicurezza dell'approvvigionamento in Germania riceveranno un sostegno. Inoltre, le aziende sostenute dallo Stato non potranno distribuire bonus o dividendi e per ricevere, quindi, il sostegno dovranno presentare tutti i libri contabili. Questo da solo potrebbe essere sufficiente per escludere molte aziende da questa Gasumlage.

Il bonus una tantum di 300 euro

Cominciamo dalla misura che entra in vigore dal 1 settembre 2022, in tedesco si chiama Energiepreispauschale (EPP) ed è un bonus energia. Per compensare il consistente aumento dei costi di benzina, elettricità e riscaldamento e dare un po' di sostegno ai cittadini, è stato introdotto un bonus forfettario, pari a 300 euro. È destinato a 44 milioni di lavoratori dipendenti in Germania, soggetti all'imposta sul reddito. I dipendenti che hanno un rapporto di lavoro al 1° settembre 2022 dovrebbero ricevere i 300 euro con la busta paga di settembre.

Frau notiert Stromzählerstand

I costi dell'energia sono destinati ad aumentare ulteriormente

I lavoratori autonomi riceveranno la somma riducendo il loro anticipo d'imposta, sempre a settembre.

Attenzione però: i lavoratori dipendenti che, invece, non possono dimostrare l'esistenza di un rapporto di lavoro al 1° settembre riceveranno il bonus energia attraverso la dichiarazione dei redditi senza dover presentare una domanda separata. Inoltre: questi 300 euro sono tassabili, per cui chi, per esempio, dovesse avere una mensilità pari a 3500 euro lordi, di fatto, una volta pagate le tasse, avrà ricevuto, a conti fatti, un bonus di 159 euro netti. Unica categoria esclusa da questa misura è quella, purtroppo, dei pensionati.

La fine di 9-Euro-Ticket e Tankrabatt

Si chiudono oggi i tre mesi del cosiddetto 9-Euro-Ticket, il biglietto per tutti i mezzi pubblici della Germania, fatta eccezione solo per i treni ad alta velocità, che dallo scorso primo giugno fino ad oggi, appunto, è costato solo 9 euro mensili. Si è molto discusso su un eventuale prolungamento di questo biglietto e proprio oggi, il ministro federale dei Trasporti Volker Wissing ha annunciato che non si ricadrá nelle vecchie strutture tariffarie e che si sta quindi pensando a un seguito simile al biglietto da 9 euro. L'associazione per la tutela dei consumatori chiede, per esempio, un biglietto permanente da 29 euro. Sempre oggi ha fine anche lo sconto su benzina e diesel, il cosiddetto Tankrabatt, anche questo entrato in vigore lo scorso primo giugno. Con un serbatoio da 50 litri, si sono potuti risparmiare in media dai 7 ai 15 euro.

Kinderbonus e Hartz-IV-Bonus

A luglio 2022, le famiglie hanno ricevuto il Kinderbonus, un pagamento di 100 euro, che viene erogato una tantum per ogni bambino. E per i cittadini che ricevono il sussidio sociale Hartz IV, sempre nel mese di luglio, è stato pagato una tantum un bonus pari a 200 euro.

Alcuni consigli per chi dovesse avere difficoltà finanziarie

Per coloro che non sono in grado di pagare i costi delle bollette innanzitutto il primo consiglio è valutare se è il caso di richiedere aiuti sociali e di informarsi se se ne ha diritto.

Chi riceve Hartz IV o la cosiddetta Grundsicherung, ad esempio per pensioni troppo basse, può chiedere al Jobcenter un aiuto per i costi per il riscaldamento. Sono solo alcuni dei consigli dati dalla vice presidente del Sozialverband Deutschland, Ursula Engelen-Kefer.