Live hören
Jetzt läuft: My Bebe von Omah Lay

Pasqua a casa

Angela Merkel, Michael Mülle e Markus Söder

Pasqua a casa

di Luciana Caglioti

La pandemia non si ferma, il lockdown viene prolungato fino al 18 aprile e la cancelliera Merkel fa appello ai cittadini chiedendo di restare a casa per le feste di Pasqua.

“La situazione è molto seria”

Nella conferenza stampa, tenutasi in piena notte al termine di un vertice-maratona tra il governo federale e i ministri presidenti dei Länder, la cancelliera Angela Mekel ha definito la situazione "molto seria". La Germania è entrata in una "nuova pandemia", ha detto Merkel, a causa della diffusione delle varianti del Covid-19, soprattutto quella britannica. Una situazione ancora imprevedibile e sconosciuta intorno a Natale.

Lockdown rafforzato tra l’1 e il 5 aprile

Di fronte a un aumento esponenziale delle infezioni e a una nuova variante più aggressiva di Covid-19, la Repubblica federale sarà in lockdown rafforzato durante il fine settimana di Pasqua. Per combattere la pandemia e interrompere la terza ondata, la vita pubblica, economica e privata in Germania sarà "congelata" da giovedì santo al lunedì di Pasquetta.

Negozi e ristoranti chiusi

Durante i cinque giorni di Pasqua i ristoranti all'aperto, che hanno ripreso la loro attività in alcuni Länder, rimarranno chiusi. Saranno invece aperti i centri vaccinali e quelli dove vengono effettuati i tamponi anti Covid. I negozi di alimentari rimarranno aperti solo il sabato santo.

Contatti ridotti e celebrazioni religiose online

Tra il primo e il 5 aprile i contatti andranno ridotti al minimo indispensabile. Si potranno incontrare solo nuclei di due famiglie, con un massimo di 5 persone adulte. Non rientrano in questo calcolo i bambini fino ai 14 anni. Le chiese potranno celebrare le proprie funzioni solamente online. Sono sconsigliati tutti i viaggi all'estero e chiunque rientrerà in Germania in aereo dovrà essere testato prima del volo.

Ulteriori restrizioni

Nei Länder in cui l'incidenza settimanale supera 100 nuovi contagi su 100.000 abitanti le restrizioni attuali saranno ulteriormente inasprite, si attiverà, quindi il cosiddetto "freno d'emergenza". Tra le misure previste in questo caso: l'introduzione del coprifuoco notturno e l'obbligo per i passeggeri di indossare le mascherine anche nelle auto private.

Le reazioni dei governatori

Il governatore della Baviera, Markus Söder (CSU), si dice soddisfatto perché, a suo avviso, ha vinto una strategia chiara, portata avanti dai più prudenti. Il sindaco di Berlino, Michael Müller (SPD), ha sottolineato quanto la gente, dopo un anno di pandemia e lockdown, sia logorata e stanca della situazione e ha auspicato una soluzione rapida per uscire dalla pandemia.

Critiche dai Länder a vocazione turistica

I Länder in cui solitamente si va in vacanza, come lo Schleswig-Holstein, la Bassa Sassonia, il Meclemburgo-Pomerania anteriore, la Sassonia-Anhalt e la Renania-Palatinato volevano consentire di trascorrere il periodo pasquale in case e appartamenti per vacanze, roulotte e camper. La proposta però è stata bocciata. Forte il disappunto da parte dei governatori dei Länder in questione. Secondo Manuela Schwesig (SPD), governatrice del Meclemburgo-Pomerania Occidentale, è incomprensibile che il governo permetta di andare in vacanza a Mallorca ma non a mezz'ora di macchina, in un appartamento, per passare le vacanze pasquali.

Stand: 23.03.2021, 18:20