Live hören
Jetzt läuft: Je ne sais pas von Lous & The Yakuza feat. Sfera Ebbasta & Shablo

Nuove regole per le lobby

Ascolta il servizio di Enzo Savignano

COSMO Radio Colonia - Beitrag 30.03.2021 04:48 Min. Verfügbar bis 30.03.2022 COSMO


Download Podcast

Nuove regole per le lobby

di Enzo Savignano

Dopo lo scandalo mascherine che ha travolto l'Unione Cdu/Csu, il Bundestag ha accelerato l'iter di approvazione per regolare meglio le attività di lobby nei parlamenti federale e regionali in Germania. Vincenzo Savignano spiega quali sono le novità della legge.

USB-Stick mit "Lobbyregister"-Print

Nuove regole per le lobby

Con la nuova legge i lobbisti che intendono far valere gli interessi di determinati gruppi all'interno del Bundestag o del governo federale dovranno comunicare nel registro le informazioni sui loro datori di lavoro o clienti, nonché sul numero di dipendenti e sulle spese finanziarie per le proprie attività. Chi violerà le regole potrà incorrere in una sanzione amministrativa fino a 50 mila euro.

Il registro delle lobby sarà conservato in formato digitale presso il Bundestag. Come spiega Andrea Gatti ricercatore dell'Università di Pisa esperto di diritto pubblico tedesco, la nuova legge si rivolge ai rappresentanti (siano essi persone fisiche o giuridiche) dei portatori di interessi che svolgono la loro opera di convincimento nei confronti delle istituzioni politiche tedesche, vale a dire più precisamente, nei confronti di quegli organi o quelle persone che hanno ruoli decisori nel Bundestag o nel Governo federale.

Esse devono sottoscrivere un codice di condotta e il loro accesso ai locali del Bundestag così come la loro eventuale partecipazione al processo legilsativo (tramite audizioni) è condizionata alla loro valida registrazione nel registro. Non sono mancate le critice dell’opposizione e di Transaparency International Deutschland, la principale organizzazione non governativa tedesca che si batte per ridurre la corruzoine. Secondo il rappresentante della Ong, Norman Loeckel sarebbe stato meglio introdurre nella nuova legge la tracciabilità del passaggio dei gruppi di pressione sugli atti dell’esecutivo o parlamentari. Perché con questi atti sono redatte le leggi poi sottoposte al Parlamento.

Il deputato dei Verdi europei, Sven Giegold, ci racconta come al Parlamento europeo, l'attività di lobbying ma anche le attività extra dei deputati sono regolamentate e limitate molto meglio rispetto al Bundestag.

Stand: 30.03.2021, 18:20