Live hören
Jetzt läuft: The greatest von Sia feat. Kendrick Lamar

Il lockdown è costituzionale

Ascolta l'intervista a Vincenzo Savignano

COSMO Radio Colonia - Beitrag 30.11.2021 05:20 Min. Verfügbar bis 30.11.2022 COSMO


Download Podcast

Il lockdown è costituzionale

di Vincenzo Savignano

L'Alta corte di Karlsruhe legittima chiusure e coprifuoco. Oggi incontro straordinario Merkel, Scholz e ministri presidenti dei 16 Länder. Si va verso chiusure e lockdown mirati, regionali e distrettuali. Regola del 2G in tutto il paese, obbligo di mascherine nelle scuole. Scholz annuncia il possibile obbligo vaccinale per tutti. Giovedì nuova riunione per approvare le misure.

coronagipfel

La sede della corte Costituzionale a Karlsruhe

Enzo, quali sono le ultime novità emerse dal vertice?


La cancelliera del governo uscente Angela Merkel e il probabile cancelliere del nuovo esecutivo Olaf Scholz hanno incontrato i ministri-presidenti dei 16 länder e avrebbero deciso di inasprire le misure attualmente in vigore, previste anche dalla legge per la protezione della popolazione dalle infezioni, la cosiddetta "Infektionsschutzgesetz". Secondo indiscrezioni dei media potrebbero essere introdotti freni d’emergenza locali, al livello regionale o distrettuale e potrebbero scattare lockdown e chiusure.

Entro Natale si è fissato l'obiettivo di somministrare circa 30 milioni di dosi di vaccino per fermare la curva dei contagi. Estensione della regola del 2G praticamente a tutta la Germania e in tutti luoghi pubblici e probabilmente anche sul posto di lavoro, si va solo se vaccinati o guariti. Reintroduzione dell’obbligo di mascherina nella scuole. Non ci sarebbe ancora unità di intenti sulla chiusura o meno di locali e discoteche. Giovedì previsto un nuovo incontro. Molti politici, in primis Olaf Scholz si è detto favorevole all’introduzione di un obbligo vaccinale generale. Ricordiamo inoltre che la riunione straordianria di oggi è stata preceduta da un’importante decisione della Corte costituzionale.

Ma cosa ha stabilito la Corte costituzionale?


L‘Alta corte di Karlsruhe ha stabilito che il cosiddetto freno d’emergenza era conforme alla costituzione. Secondo i giudici della corte il pacchetto di misure, varato in primavera e concluso a giugno, che comprendeva le norme del coprifuoco, di limitazione dei contatti personali e le chiusure scolastiche, è legittimo anche sotto il profilo del diritto. Il cosiddetto "freno d'emergenza", stabilito dal governo guidato da Angela Merkel puntava a varare provvedimenti uniformi da far scattare automaticamente appena in una data circoscrizione fossero superati i 100 contagi su 100 mila abitanti nei sette giorni.

Tra le misure comprese, il coprifuoco serale (tra le 22 e le 5 del mattino con la sola esclusione di comprovabili motivi d'urgenza), ma anche il divieto per gli appartenenti ad un nucleo familiare di incontrare più di un'altra persona (più i figli fino a 14 anni). Mentre a partire dall'incidenza 100 scattava l'alternanza tra lezioni a distanza e in presenza, con quest'ultima veniva sospesa del tutto se l'incidenza superava i 165 contagi settimanali su 100 mila abitanti.

La Corte ha quindi respinto tutti i ricorsi e legittimato completamente le decisioni di Angela Merkel e del governo federale ?


La Corte costituzionale ricordiamo ha espresso un giudizio di merito, ma è lecito dire che abbia ritenuto legittimo l’intervento del governo in una situazione d’emergenza. "I giudici hanno ritenuto legittimo il fatto che queste misure, come ad esempio il coprifuoco siano state prese in un momento di emergenza straordinaria", ha sottolineato il portavoce dei giudici costituzionali, Pascal Schellenberg.

Tuttavia, pur respingendo i ricorsi, ha comunque ribadito "il diritto di bambini e adolescenti all'istruzione" che lo Stato deve loro garantire, riconoscendo che le chiusure scolastiche hanno rappresentato un'ingerenza "gravosa" in questo diritto: tuttavia, a fronte della pandemia ha avuto la prevalenza "la necessità del benessere generale" da garantire attraverso la difesa di salute e vita dei cittadini.

La sentenza era attesa anche alla luce del nuovo vertice tra governo federale e governatori dei Länder fissato per oggi. Potrebbe facilitare l'arrivo di un nuovo lockdown ?


Subito dopo la sentenza il cristiano-democratico Helge Braun ministro alla cancelleria del governo uscente ha sottolineato che la decisone della corte consente di prendere nuovamente misure più severe anche al livello federale. Gli hanno fatto eco tutti i ministri presidenti cristiano democratici, ed in particolare il governatore della Baviera, il cristiano-sociale Markus Söder che già da giorni chiede un lockdown a livello federale. Dal canto loro anche i Verdi prima della riunione si sono detti favorevoli a misure più severe per fermare la curva dei contagi. Il leader dei Grünen, Robert Habeck, non ha escluso "un lockdown per i non vaccinati e la chiusura di tutti i mercatini di Natale".

Molto probabile un’ulteriore modifica della legge per la protezione della popolazione della pandemia. Il probabile nuovo cancelliere, Olaf Scholz, vorrebbe introdurre una legge che dovrebbe imporre l'obbligo di vaccinazione per tutti. Non sono però emersi ulteriori dettagli attendiamo giovedì.

Stand: 30.11.2021, 18:58