Live hören
Jetzt läuft: Not a Day von Patrice x Ezhel

Israele, immuni a Pasqua

Ascolta l'intervista ad Arnon Shahar

COSMO Radio Colonia - Beitrag 24.02.2021 06:29 Min. Verfügbar bis 24.02.2022 COSMO


Download Podcast

Israele, immuni a Pasqua

di Vincenzo Savignano e Filippo Proietti

Entro la seconda settimana di aprile il governo di Israele raggiungerà la cosiddetta immunità di gregge, ossia vaccinare più del 70% della popolazione. Lo conferma ai nostri microfoni Arnon Shahar, responsabile per il piano vaccinale al Maccabi Healthcare Services in Israele.

israele

Il governo di Benjamin Netanyahu ha già protetto una parte consistente della popolazione, registrando un calo del 94 per cento dei casi sintomatici di Covid fra quanti sono stati immunizzati col vaccino Pfizer-Biontech. Secondo molti media europei il governo israeliano ha agito con tempestività ma anche pagato di più le dosi dei vaccini alla Pfizer. "In realtà Israele non ha dovuto attendere l'approvazione dell'Ema per iniziare le vaccinazioni. Credo che entro la seconda settimana di aprile avremo raggiunto l'obiettivo di vaccinare oltre il 70% della popolazione", sottolinea Arnon Shahar, responsabile della task force per il piano vaccinale al Maccabi Healthcare Services in Israele.

La campagna procede spedita come in nessun altro Paese al mondo. Su 9 milioni di abitanti, sono quasi 6 milioni e mezzo le dosi inoculate, pari a più di 70 dosi ogni 100 persone; quasi il 43 per cento dei cittadini ha ricevuto la prima dose mentre il 27,7 per cento entrambe. Degli over 60 ben 88 per cento è stato vaccinato. Shahar inoltre spiega l'importanza della digitalizzazione del sistema sanitario israeliano nella campagna di vaccinazione. "tutti i dati vengono trasmessi continuamente anche alla Pfizer ma in forma anonima" sottolinea Shahar. La trasmissione dei dati le rilevazioni e gli studi su di essi potrebbero rivelarsi determinanti per organizzare meglio le vaccinazioni in Europa, dove procedono ancora lentamentente.

Stand: 24.02.2021, 18:14