Live hören
Jetzt läuft: You Should Be Sad von Halsey

Germania: infezioni sempre più in aumento

Una dotteressa in terapia intensiva

Germania: infezioni sempre più in aumento

di Francesco Marzano

L'incidenza settimanale delle nuove infezioni da Coronavirus in Germania a livello nazionale ha superato quota 200. È il valore più alto in assoluto dall'inizio della pandemia.

Meno ricoveri
Ci troviamo nella quarta ondata del Virus, ma è bene ricordare che rispetto all'anno scorso, adesso molte persone, soprattutto nella fascia più a rischio degli over 60, sono vaccinate, il che tiene bassa la cosiddetta Hospitalisierungsrate, cioè il fattore che indica quante persone affette da Covid ogni 100mila abitanti in una settimana vengono curate in ospedale.

Novità dalla politica
A fine mese, il 25. novembre, decade in teoria lo stato d'emergenza epidemica per la Germania. I partiti della possibile coalizione "Semaforo" (SPD, FDP e Grünen) stanno lavorando ad una nuova bozza di legge per contrastare la pandemia, che verrà discussa questa settimana al Bundestag e dovrà entrare in vigore prima dello scadere dello stato d'emergenza attuale.

Obbligo 3G e test gratuiti
Tra le misure in discussione c'è l'introduzione dell'obbligo delle 3G (quindi vaccino, guarigione o test negativo) come condizione per accedere al lavoro, soprattutto per i lavoratori del settore della sanità. Secondo il capogruppo della FDP al parlamento, Marco Buschmann, ci sarebbe consenso in questa direzione. Si discute anche della reintroduzione dei test rapidi gratuiti. I cosiddetti Schnelltest sono, ricordiamo, da circa un mese a pagamento.

Nessun obbligo generalizzato al vaccino
Pare, invece, che non verrà esteso a livello nazionale il cosiddetto "obbligo delle 2G" (vaccino o guarigione) per accedere a ristorazione e centri sportivi/culturali e sanitari. Rimane però aperta la possibilità di imporre l'obbligo delle 2G a livello locale, a seconda dell'andamento pandemico.

Questa è la posizione, ad esempio dei Grünen, come ha dichiarato la capogruppo dei Verdi Katrin Göring-Eckardt.

Sassonia e Baviera per il 2G
E in effetti a poco a poco i vari Länder tedeschi si stanno orientando per un'inasprimento delle misure preventive. Così la Sassonia ha esteso da oggi l'obbligo delle 2G per molti ambienti della vita pubblica.

La Baviera farà lo stesso da domani per cultura e sport, mentre imporrà le 3G per ristorazione e attività che prevedono contatti interpersonali ravvicinati.

Anche il governo regionale dell'Assia estende l'obbligo delle 3G, con la particolarità che il test negativo richiesto è un test molecolare - quello rapido non basta.

Carnevale solo per i 2G
A Colonia, che si prepara all'apertura della stagione del Carnevale questo giovedì, il comitato anticrisi (Krisenstab) ha deciso oggi che la partecipazione sarà consentita solo a vaccinati e guariti.

Aumentano i vaccinati
A fronte dell'aumento dei contagi, si è registrato già nel fine settimana un aumento della richiesta di vaccini.

Nella sola Sassonia, particolarmente colpita dalla quarta ondata, 30 squadre mobili hanno vaccinato 4.500 persone. A livello nazionale secondo il RKI è stato vaccinato completamente il 67,1% della popolazione. Il rischio di un vaccinato di finire in terapia intensiva è fino al 95% più basso che per un non-vaccinato, come afferma la virologa Ulrike Protzer. Anche se la maggior parte degli over 60, il gruppo più a rischio, è già vaccinato, rimane ancora troppo alto il numero di non-vaccinati in tutta la popolazione. E questo potrebbe bastare a riportare gli ospedali in una situazione di crisi.

Stand: 08.11.2021, 18:40