Giovani senzatetto

COSMO italiano 15.06.2022 17:21 Min. Verfügbar bis 15.06.2023 COSMO Von Luciana Caglioti


Download Podcast

Giovani senzatetto

Stand: 15.06.2022, 18:06 Uhr

A cura di Luciana Caglioti, Agnese Franceschini e Cristiano Cruciani

I dati sui minori e giovani minacciati ogni anno di rimanere senzatetto in Germania sono allarmanti. Secondo gli ultimi studi circa 40 mila giovani fino ai 28 anni vivono in strada e comunque senza fissa dimora. Molti hanno problemi psichici o fisici, ma anche storie di disagio familiare e di abbandono. La fondazione Off Road Kids offre loro sostegno come racconta  Markus Seidel. Mario Furlan dei City Angels ci racconta invece la situazione in Italia.

Un giovane senzatetto

In Germaniasono migliaia i giovani che vivono per strada

Le cause che portano i giovani a vivere in strada

Secondo il Deutsches Jugendinstitut, le ragioni che portano minori e ragazzi o ragazze a vivere per strada sono diverse e complesse. Spesso ci sono alle spalle esperienze di violenza o abbandono nelle famiglie di origine. Svolgono un ruolo, inoltre, povertà, disoccupazione, sovraindebitamento, problemi di dipendenza da alcol o droga in almeno un genitore. Anche le sanzioni da parte dei Jobcenter - dei centri per l'impiego – possono portare i giovani a vivere senza fissa dimora. I dati della Off Road Kids Foundation, che è l’unica organizzazione tedesca che si occupa a livello federale di questo fenomeno, mostrano anche che spesso ci sono problemi con le autorità, malattie e problemi legati alla scuola e alla formazione.

Il lavoro della Off Road Kids Foundation

Grazie a numerosi street worker in grandi città come Berlino, Francoforte sul Meno, Dortmund, Amburgo e Colonia, offre loro aiuto e consulenza per trovare un alloggio stabile, ma anche possibilità di formazione e lavoro. Molte volte, si tratta di ragazzi che provengono da zone di campagna e in questo caso l’organizzazione cerca di farli tornare nella regione di origine. Nel 2021 si sono rivolti a loro più di 3000 giovani e per 1300 di loro è stata trovato un alloggio stabile.

Il ruolo dei social media

La decisione di vivere per strada viene raramente presa all'improvviso. Piuttosto, i giovani entrano gradualmente in contatto con un ambiente che sembra loro molto più attraente della scuola, della famiglia o della casa dove vivono. Le analisi della Off Road Kids Foundation mostrano appunto che il 40% di coloro che si rivolge a loro non è ancora completamente senzatetto. E qui vediamo un cambiamento radicale rispetto ad alcuni anni fa. Molti giovani grazie anche ai social media trovano più facilmente riparo da amici e conoscenti, si spostano dunque da un divano all'altro, e possono essere definiti come dei „senzatetto nascosti". E proprio in questa situazione intermedia l’organizzazione può intervenire con un progetto ad hoc che si chiama: „sofahopper.de “. Si tratta di un’offerta di aiuto digitale alla quale si rivolge ormai più dell’80% dei giovani che stanno rischiando di restare senzatetto e che chiedono assistenza.

L’assistenza digitale di sofahopper.de

Il sito internet sofahopper.de

Il pagina internet sofahopper.de offre un aiuto digitale ai giovani senzatetto

A differenza degli street Worker che sono solo in alcune città, attraverso “sofahopper.de” il giovane trova una consulenza ovunque egli si trovi. Si tratta infatti di un sito online che si rivolge a loro e nel quale vengono dati consigli e contatti dove trovare aiuto. In questo modo il giovane o la giovane ha anche la percezione di non essere abbandonato a sé stesso e sa cosa fare anche in caso di pericolo.

I pericoli della strada

I giovani che abbandonano la loro famiglia di solito si associano ad un gruppo, ma per farlo devono spesso soddisfare alcune condizioni come, ad esempio, il consumo di droghe o alcool. Di conseguenza, devono trovare, in modo legale o meno, i soldi necessari per comprarseli. Il rischio per le ragazze è quello di cadere in un cerchio di prostituzione, ma anche il rischio di subire violenza è molto forte. Nella lunga durata, comunque il problema è che questi ragazzi alla fine si trovano senza un percorso di formazione che li aiuti quando decidono che la strada non fa più per loro. 

Gli effetti della pandemia

 La Off Road Kids Foundation parla di più di 14.600 appuntamenti di consultazione nel 2021, quasi il doppio rispetto all'anno precedente. Le cause dell’aumento di richieste d’aiuto sono legate ai maggiori conflitti sorti in famiglia a causa degli spazi a volte ristretti in cui si viveva. Il lockdown ha anche ridotto la disponibilità di amici e conoscenti ad offrire ai giovani un "divano" in cui rifugiarsi in caso di incompatibilità e conflitti con la famiglia.

La situazione in Italia

Il presidente e fondatore dei City Angels italiani, racconta la situazione nelle grandi città italiane dove per lo più i giovani senzatetto sono stranieri.