Live hören
Jetzt läuft: Spirit_X von Alewya

La Germania investita dalla quarta ondata di Covid-19

Steigende Inzidenz in Deutschland

La Germania investita dalla quarta ondata di Covid-19

di Luciana Caglioti e Vincenzo Savignano

Continua a salire l'incidenza settimanale, a livello federale è al 169,9. Registrato il nuovo record di contagi in un giorno dall'inizio della pandemia: 37.120, 154 le vittime (dati del Robert-Koch-Institut del 5 novembre). Via libera alla terza dose « booster » per tutti.

Il vertice dei ministri della Sanità

Sono state stabilite diverse misure. Secondo il ministro federale Jens Spahn, i concetti 2G e 3G dovrebbero diventare ancora più importanti come requisito per l'accesso a eventi o locali al chiuso. 3G significa che possono avere accesso solo persone vaccinate, testate o guarite dal Covid. 2G invece vaccinate o guarite. "Quest'ultima soluzione - ha detto Spahn - dovrebbe valere per le regioni con un tasso di infezione molto alto. Le persone particolarmente vulnerabili devono essere maggiormente protette ». Per questo è stato deciso un ampliamento dell'obbligo dei test nelle case di riposo e di cura. I visitatori, anche se vaccinati o guariti dal Covid, devono fare un tampone, in tal caso gratuito.

No alla vaccinazione obbligatoria per il personale sanitario

Era stato richiesto dal consiglio distrettuale e dall'associazione dei medici di famiglia dopo che ci sono stati focolai e decessi in diverse case di cura in cui il personale infermieristico era stato vaccinato solo parzialmente. Secondo Andreas Westerfellhaus, delegato CDU per le politiche di assistenza sanitaria, "la vaccinazione obbligatoria sarebbe solo fonte di discussioni e il personale contrario alla vaccinazione lascerebbe il lavoro".

Consigliata la terza dose per tutti

Per frenare l'aumento dei contagi sarebbe importante fare una terza vaccinazione, la cosiddetta dose "booster", a distanza di sei mesi dalla seconda. Dovrebbero avere priorità anziani e soggetti fragili. Secondo Spahn « la dose booster dovrebbe essere la regola e non l'eccezione. Importante sarebbe poter vaccinare le persone non solo nei grandi centri appositi e negli studi medici ma anche in semplici ambulatori mobili».

Nuovi aiuti finanziari

I ministri della Salute si sono anche espressi a favore i un pacchetto di compensazione finanziaria per gli ospedali che devono posticipare gli interventi programmati a causa del trattamento dei pazienti Covid. Questo regolamento dovrebbe essere applicato retroattivamente a partire dal 1. novembre. La Baviera aveva già annunciato mercoledì un programma da 35 milioni di euro per gli ospedali. Le cliniche dovrebbero ricevere 50 euro al giorno per ogni paziente Covid trattato in un reparto normale e 100 euro in terapia intensiva.

Stand: 05.11.2021, 18:30