Alla scoperta della Ausbildung in Germania

COSMO italiano 01.09.2022 23:44 Min. Verfügbar bis 01.09.2023 COSMO Von Filippo Proietti


Download Podcast

Alla scoperta della Ausbildung in Germania

Stand: 01.09.2022, 18:00 Uhr

a cura di Filippo Proietti, Giulio Galoppo e Daniela Nosari

Il sistema di formazione professionale duale, in tedesco “duale Ausbildung”, rimane una formula di successo, nonostante la crisi pandemica. Di cosa si tratta esattamente e cosa bisogna sapere? Ne parliamo con Giulio Galoppo. Ci soffermiamo invece sulle ripercussioni della pandemia da Coronavirus sui percorsi formativi professionali duali con Elisabetta Gaddoni, alla quale abbiamo anche chiesto se ci siano anche segnali di ripresa. Il mastro piastrellista Paolo Apollo ci racconta come da Napoli è approdato a Berlino.

Auzubildende

Alternanza studio/lavoro in Germania

La “duale Ausbildung”, cioè l’alternanza studio/lavoro

È il pilastro più importante dell'istruzione e della formazione professionale in Germania. La ricetta del successo del sistema è semplice: collega apprendimento teorico e lavoro pratico. Proprio per questo si parla di “duale Ausbildung”, cioè di percorso formativo professionale duale. La formazione avviene in due luoghi di apprendimento: in azienda e nella scuola professionale. L'obiettivo dell'istruzione e della formazione professionale è quello di fornire le competenze e le qualifiche necessarie per svolgere un lavoro qualificato in un mondo del lavoro che è in continua evoluzione.

Alla base di questo sistema formativo duale c’è un contratto di formazione tra il giovane e l'azienda, che - a seconda della complessità della professione di apprendista - viene stipulato nell'arco di due o tre anni e mezzo.

Come si svolge

In azienda, formatori appositamente qualificati impartiscono il know-how professionale pratico. Qui gli apprendisti trascorrono solitamente tre o quattro giorni alla settimana per imparare la loro futura professione sul campo. Inoltre, ricevono lezioni di scuola professionale per circa due giorni alla settimana o a blocchi. I contenuti insegnati in azienda sono coordinati con quelli delle lezioni della scuola professionale. Materie come il tedesco, l’inglese, l’educazione civica e lo sport completano la formazione scolastica dei giovani.

In alcune professioni, i giovani sostengono un esame intermedio durante la formazione per verificare i loro progressi nell'apprendimento. Al termine del periodo di formazione è previsto un esame finale. Se la formazione è stata supervisionata da una camera dell'industria e del commercio, questa camera si occupa anche dell'esame finale.

I vantaggi della formazione duale in Germania

Innanzitutto la stretta collaborazione tra i due enti di formazione, cioè l'azienda e la scuola professionale. Tutti i soggetti coinvolti ne traggono vantaggio. Le aziende che offrono la propria formazione si assicurano di avere i lavoratori qualificati nell’immediato futuro, qualificazioni che soddisfano esattamente i requisiti dell'azienda. I giovani che completano la formazione professionale duale non solo si assicurano una certa indipendenza finanziaria in giovane età, ma hanno anche ottime opportunità di carriera, passando senza problemi dalla formazione a una posizione permanente.

Non a caso la disoccupazione giovanile in Germania è la più bassa dell'Unione Europea: il sistema duale si è dimostrato il miglior modello di integrazione dei giovani nel mercato del lavoro nel confronto internazionale.

Gli svantaggi della formazione duale in Germania

Come spesso accade, non è tutto ora quello che luccica. E così, secondo il nuovo rapporto sulla formazione del DGB Giovani, il Deutscher Gewerkschaftsbund, presentato ieri, 31 agosto, a Berlino, quasi un apprendista su tre fa molti straordinari, svolge mansioni che non hanno nulla a che fare con la formazione e il supporto dei formatori è spesso scarso.

In alcuni casi, inoltre, gli apprendisti vengono considerati manodopera a basso costo e non ricevono una formazione completa, ma solo un insegnamento parziale. A causa della specializzazione dell'azienda, non tutti gli aspetti della professione possono essere coperti. Questo deve essere compensato con l'aiuto della formazione interaziendale o attraverso partnership con altre aziende con uno sforzo organizzativo e finanziario. Il sistema, va detto, soffre ancora delle conseguenze dovute alla crisi pandemica.

La remunerazione della Ausbildung

Auszubildende im Friseursalon

Formazione professionale duale: diventare parrucchiere

Si riceve uno stipendio mensile dall'azienda in cui si lavora durante la formazione duale. In media, i tirocinanti guadagnano attualmente 987 euro lordi. A seconda della professione e della regione in cui si lavora, si può ricevere di più o di meno. Per un apprendista tecnico meccatronico, quello che fino a poco tempo fa, cioè, si chiamava meccanico, ad esempio, la media è di circa 1.100 euro lordi al mese. La retribuzione degli apprendisti aumenta anche per ogni anno di apprendistato. Da questo denaro viene detratta una parte per le assicurazioni sociali. Se si guadagnano più di 9.984 euro all'anno, si devono pagare le tasse. Una statistica del 2019 indicava che in Germania, gli stipendi mensili per gli apprendisti che prendevano parte ad un percorso formativo professionale duale, andavano dai 608 euro iniziali per gli spazzacamini, fino ai 1240 euro iniziali per i carpentieri. Durante la formazione si ha diritto ad almeno 24 giorni lavorativi o quattro settimane di ferie all'anno, ma solo nei periodi in cui anche la scuola ha le vacanze.

I settori più richiesti

Gli apprendistati nel commercio al dettaglio, nel lavoro d'ufficio e nel settore automobilistico rimangono particolarmente popolari. Nel 2021, la maggior parte degli apprendisti si è diplomata come commesso del commercio al dettaglio. Seguono a ruota i tecnici meccatronici di autoveicoli e gli assistenti medici.

I settori più in difficoltà

La pandemia ha dato un duro colpo al settore della formazione duale. In un indagine portata avanti su 15mila aziende, lo scorso anno più di 4 imprese su dieci non sono riuscite a occupare i posti da loro predisposti per l'apprendistato. Di queste aziende in media una su tre non ha ricevuto neanche una candidatura.

Il settore turistico è quello che ha maggiormente risentito della crisi scoppiata col coronavirus. Il numero di contratti di formazione in questo settore sono calati del 26% nel 2021, mentre nel 2020 addirittura del 61%. Anche gli apprendistati in cucina sono calati in maniera consistente, mentre si registra una lieve crescita nella ristorazione, che aveva subito nel 2020 un forte crollo. Elisabetta Gaddoni descrive l’attuale situazione della “duale Ausbildung”.

L’esperienza di un mastro piastrellista

C’è chi il mestiere lo conosce già perché lo ha imparato ed esercitato in Italia, per poi approdare in Germania. È la storia di Paolo Apollo, piastrellista di Caivano, Napoli, dal 2016 a Berlino. Per inserirsi nel mercato del lavoro tedesco ha dovuto affrontare una lunga trafila burocratica per farsi riconoscere il titolo di “Meister Fliesenleger”, mastro piastrellista. Superato questo ostacolo, il lavoro non si è mai fermato.