Live hören
Jetzt läuft: Makumba von Carle Brave Noemi

"Il G20 balla sul titanic"?

Demostrieren gegen G20 in Neapel

"Il G20 balla sul titanic"?

di Daniela Nosari e Cristina Giordano

Il ministro italiano dell'Ambiente si dice soddisfatto dal documento conclusivo del G20 tenutosi a Napoli. Ma gli ambientalisti preoccupati dal destino del pianeta protestano: «È la solita farsa».

Il documento conclusivo

A Napoli si è concluso oggi il vertice G20 su Ambiente, Clima ed Energia (22-23 luglio). Soddisfatto il ministro della transizione ecologica Roberto Cingolani per la firma di un documento condiviso. Si tratterebbe del documento "più completo mai concepito" su questo tema, secondo il ministro. Che sottolinea: la prima volta i settori clima, ambiente, energia e povertà sono stati riconosciuti come interconnessi fra loro e non più separati. Soddisfazione espressa anche da Jochen Flasbarth, sottosegretario al ministero dell'Ambiente tedesco .

Le proteste

Ma il G20 è stato accompagnato da cortei di protesta dei movimenti ambientalisti e dei centri sociali, che ritengono insufficienti gli sforzi per arginare gli effetti del cambiamento climatico a livello globale. In una sorta di controvertice diverse associazioni hanno discusso di tematiche ambientaliste con tavoli di lavoro tematici. Ci sono stati momenti di tensione fra manifestanti e forze dell'ordine nella zona del porto della città partenopea.

Ad inasprire le proteste anche il contrasto tra le dichiarazioni programmatiche dei Ministri dell'Ambiente presenti - dichiarazioni all'insegna della transizione ecologica - ed il degrado ambientale del territorio napoletano dove si sono incontrati, come sottolineano gli attivisti che ricordano la Terra dei Fuochi.

La richiesta dei manifestanti alla politica è dunque un cambiamento di rotta radicale, prima che sia troppo tardi. Già prima del vertice 30 attivisti erano entrati nella sala preposta all'incontro ed avevano esposto manifesti con la scritta "Il G20 balla sul Titanic", metafora del pianeta che sta «affondando» a causa della crisi climatica.

L'Italia e il G20

Gli incontri di ieri e di oggi fanno parte dei preparativi per il G20 di Roma ad ottobre. L'Italia ha infatti attualmente la presidenza del G20.

Tra le realtà presenti a Napoli per manifestare contro il G20 anche il movimento Fridays for future. Movimento che per sottolineare la minaccia al territorio rappresentata dal cambiamento climatico ha tra l'altro manifestato oggi anche in diverse città tedesche.

Stand: 23.07.2021, 18:29