Freno di emergenza

Polizei, Kontrolle, Ausgangssperre

Freno di emergenza

di Cristiano Cruciani e Filippo Proietti

È questa la settimana decisiva in Germania per approvare il cosiddetto freno d'emergenza federale (Bundes-Notbremse), un insieme di misure con una validità su tutto il territorio tedesco per arrivare a una maggiore armonia nella lotta alla pandemia.

Il disegno di legge è in via di approvazione

In vista di un primo passaggio al Bundestag, mercoledì, i gruppi parlamentari di Unione e Spd si sono incontrati per trovare un compromesso sui punti di maggiore attrito della nuova legge sulla protezioone dalle infezioni (Infektionsschutzgesetz). Quello che aveva fatto discutere maggiormente era il coprifuoco notturno. Inizialmente previsto dalle 21 alle 5 ora, secondo la nuova bozza, sarà spostato dalle 22 alle 5 del mattino. È possibile fare jogging o fare una passeggiata fino a mezzanotte. Per quanto riguarda il commercio al dettaglio, sarà possibile acquistare attraverso il metodo "prenota e ritira" (click and collect) anche laddove l'incidenza dei contagi è alta.

Nella nuova proposta scende invece l'asticella per decidere il ritorno alla didattica a distanza. Con un incidenza dei contagi di 165 casi ogni 100mila abitanti in una settimana, i ragazzi dovranno ritornare a casa. Nella proposta precedente si parlava di un'incidenza di 200. Rimane possibile l'attività sportiva di gruppo per ragazzi sotto i 14 anni. Mentre i datori di lavoro devono mettere a disposizione due test a settimana per i dipendenti. Novità anche sulla procedura di approvazione di nuove misure proposte dal governo che dovranno essere approvate con un passaggio al Bundestag. Queste regole saranno valide fino al 30 giugno. Mercoledì l'approvazione al Bundestag mentre venerdì toccherà al Bundesrat.

Nel frattempo in NRW le scuole hanno riaperto agli scolari con lezioni alternate e l'impiego dei test.

Ieri a Berlino si è tenuta una commemorazione delle 80mila vittime del covid in Germania. Commemorazione a cui era presente Angela Merkel, il presidente del Bundestahg Wolfgang Schäuble e voluta dal presidente della repubblica Frank-Walter Steinmeier

L’Italia riapre gradualmente

Intanto in Italia ci si prepara a riaprire gradualmente dal 26 aprile. La grande novità sarà il pass che permette gli spostamenti tra le regioni di colore diverso. Un certificato che attesti di essere vaccinati, di aver fatto un tampone entro le 48 ore precedenti o di essere guariti dal Covid19. Con questo passaporto si potrà accedere anche a eventi culturali e sportivi. Nelle zone gialle e arancioni riapriranno le scuole fino alla fine dell'anno scolastico. Bar e ristoranti riaprono nelle zone gialle sia a pranzo sia a cena e solo con tavoli all’aperto. Il coprifuoco è confermato dalle 22, e non da mezzanotte. Data importante sarà venerdì 23 aprile quando si decideranno le zone gialle.

Stand: 19.04.2021, 18:25