Live hören
Jetzt läuft: ON STAGE I need more (Live at Juicy Beats Festival July 2017 Cosmo Stage) von Pat Thomas & Kwashibu Area Band

Elezioni politiche 3. Movimento 5 stelle e Partito Democratico.

COSMO italiano 06.09.2022 15:12 Min. Verfügbar bis 06.09.2023 COSMO Von Luciana Caglioti


Download Podcast

Elezioni politiche 3. Movimento 5 stelle e Partito Democratico

Stand: 06.09.2022, 18:00 Uhr

a cura di Luciana Caglioti, Agnese Franceschini e Daniela Nosari

Terza puntata della nostra miniserie sulle elezioni politiche italiane. Oggi a confronto Marcello Pilato (Movimento 5 stelle) e Federico Quadrelli (PD), entrambi candidati alla Camera nella ripartizione Europa. Iniziamo con le loro biografie curate da Agnese Franceschini per poi ascoltare le loro risposte sui programmi dei partiti di appartenenza e sul loro contributo per gli italiani all'estero in caso di elezioni. Ricordiamo infine le informazioni più importanti e che all’estero si vota per corrispondenza già prima del 25 settembre.

Elezioni politiche 3. Movimento 5 stelle e Partito Democratico

I simboli del Partito Democratico e del Movimento 5 Stelle

Marcello Pilato

È nato in Svizzera nel 1964, ed è figlio di emigranti dalla Sicilia. Si è laureato in Economia Aziendale e da oltre 30anni lavora nel campo della Finanza per diversi gruppi industriali internazionali e italiani. 15 anni fa si è trasferito in Germania, prima a Berlino e, dal 2014 a Monaco. È sposato ed ha un figlio di 13 anni. Si occupa di politica dal 2009 ed è iscritto al Movimento 5 stelle dal 2012, ha fondato i circoli Meetup di Berlino e Monaco. Si occupa soprattutto dei temi riguardanti gli italiani all’estero e la presenza della mafia in Germania. È stato candidato al Senato per la Circoscrizione Estero-Europa nel 2018 e pur ottenendo 15mila preferenze non è stato eletto. Attualmente è Consigliere di nomina governativa del CGIE, il Consiglio Generale degli Italiani all’Estero.

Federico Quadrelli

Il candidato del Partito Democratico Federico Quadrelli e del Movimento 5 stelle Marcello Pilato

Il candidato del Partito Democratico Federico Quadrelli e del Movimento 5 stelle Marcello Pilato

È nato 35 anni fa a Pietrasanta in provincia di Lucca. Dalla Versilia è andato a Milano dove si è laureato in sociologia. Per mantenersi agli studi ha lavorato come precario nei call center. Si è trasferito a Berlino nel 2012 dove ha lavorato per una grande azienda di servizi e comunicazione e ha conseguito una seconda laurea in "Studi europei" presso l'Università di Francoforte sull'Oder. Attualmente sta facendo il dottorato all'Università di Kassel sul tema del populismo di destra tra i giovani in Germania e in Italia. È un militante ed attivista politico transnazionale sia nel Partito Democratico che nella SPD della quale è membro dal 2014. Da quest’anno è anche membro del Comites – Comitato degli italiani all’estero - di Berlino.

Le nostre domande ai candidati

Innanzitutto vogliamo conoscere i loro progetti e per quale obiettivo principale vogliono battersi nella prossima legislatura, qualora venissero eletti.

In secondo luogo abbiamo chiesto loro che cosa vorrebbero portare della loro esperienza di italiani in Germania al Parlamento italiano. 

Dopo la riduzione del numero dei parlamentari, un deputato della Circoscrizione Estero, rappresenterà quasi 700mila connazionali, un senatore addirittura il doppio. Come pensano di conciliare la necessità di mantenere un contatto con il territorio con il dovere di prendere parte ai lavori parlamentari?

Vogliamo inoltre sapere da chi si presenta come candidato in quale modo pensa di risolvere i due principali problemi che caratterizzano il voto all’estero: la scarsa partecipazione e la  poca trasparenza.  

E infine, perché un italiano residente in Europa dovrebbe votare i partiti con cui si candidano? Cosa li contraddistingue sui temi che stanno a cuore a noi expat?

 Informazioni sul voto all'estero

 Si vota per corrispondenza e ne hanno diritto sia tutti gli italiani iscritti all'AIRE, cioè l'Anagrafe Italiani Residenti Estero, che quelli che, per motivi di lavoro, studio o cure mediche, si trovino, per un periodo di almeno tre mesi, temporaneamente all'estero. Questi connazionali riceveranno per posta entro l'11 settembre il plico contenente il materiale elettorale e le istruzioni sulle modalità di voto. L'elettore deve poi rispedire le schede elettorali votate per posta, in modo che arrivino all’Ufficio consolare di riferimento entro le ore 16.00 del 22 settembre 2022.