Live hören
Jetzt läuft: Lik (Mashti & Polyesta Remix) von Oum

L'e-commerce può salvare i negozianti?

Ascolta l'intervista a Mauro Bussoni

COSMO Radio Colonia - Beitrag 24.11.2020 05:39 Min. Verfügbar bis 24.11.2021 COSMO


Download Podcast

L'e-commerce può salvare i negozianti?

di Vincenzo Savignano e Francesco Marzano

In Italia come in Germania i governi stanno lavorando a nuovi provvedimenti per fronteggiare la seconda ondata da coronavirus, cercando di garantire lo shopping natalizio che ogni anno produce introiti importanti per migliaia di commercianti e imprenditori. Ne parliamo con il segretario generale di Confesercenti, Mauro Bussoni.

negozi

Il governo guidato dal premier Giuseppe Conte pensa ad un nuovo decreto che preveda alcune riaperture per negozi e ristoranti a partire dal 4 dicembre 2020. Le riparture sarebbero fondamentali per moltissime attività, medie e piccole, che rischiano il fallimento. Recentemente il Presidente di Confcommercio Carlo Sangalli ha lanciato l'allarme: "Se non si reagisce alle attuali chiusure, l'Italia rischia una perdita di consumi di circa 17,5 miliardi di euro nell'ultimo trimestre dell'anno, quindi una caduta Pil ben peggiore del -9,5% rispetto all'anno scorso prevista in primavera". Abbiamo contattato l'altra associazione di categoria che rappresenta imprese italiane del commercio, del turismo e dei servizi, dell'artigianato e della piccola industria: Confesercenti. Il segretario generale Mauro Bussoni sostiene che "In base ad alcune analisi che abbiamo effettuato solo con queste chiusure fino al 4 dicembre rischiamo di regalare tra virgolette circa 4 miliardi di euro all'e-commerce". Ma l'e-commerce non può diventare un alleato dei negozi in questa pandemia? Bussoni è un sostenitore della digitalizzazione anche delle piccole imprese e dei negozi ma, sottolinea, "non tutte le attività possono lavorare sul web, ed inoltre è necessaria una vera regolamentazione e tassazione del settore che ancora non è stata fatta".

Stand: 24.11.2020, 18:01