Live hören
Jetzt läuft: Supalonely von Benee feat. Gus Dapperton

I dubbi sulla riapertura tra le regioni italiane

Corona-Update in Deutschland und Italien

I dubbi sulla riapertura tra le regioni italiane

Filippo Proietti

Mentre in Italia si discute se riaprire agli spostamenti tra le diverse regioni già il prossimo 3 giugno, oppure aspettare ancora, arriva l'annuncio che la serie A ripartirà a metà giugno. Intanto in Germania molti virologi escludono l'eventualità di una seconda ondata del Coronavirus in autunno.

Bankitalia pessimista sull'impatto economico del virus

Il governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, nelle conclusioni finali alla relazione annuale della Banca centrale ha lanciato oggi l'allarme su quella che potrebbe diventare una crisi senza precedenti, in cui il Pil italiano, nell'ipotesi peggiore, può arrivare a un crollo del 13% nel 2020. Mentre la forbice sociale rischia di allargarsi sempre di più nel Paese.

Ripresa degli spostamenti tra regioni italiane

Intanto è in discussione la riapertura dei confini tra le regioni, con la possibilità di spostarsi liberamente in tutto il territorio nazionale. La data prevista dall'ultimo decreto legge è il 3 giugno, ma la decisione definitiva arriverà solo dopo che il governo avrà ascoltato tutti i governatori, quindi probabilmente questo fine settimana. Preoccupa ancora, infatti, la situazione della Lombardia che registra sempre un elevato numero di nuovi contagi. Dei 593 registrati ieri a livello nazionale, 382 erano appunto in Lombardia. E continua anche il dibattito su come far arrivare i turisti, italiani e non, nei luoghi di villeggiatura. La Sardegna e la Sicilia hanno ventilato l'ipotesi di un cosiddetto 'passaporto sanitario'. Proposta che, secondo il governo centrale, è incostituzionale, oltre che di difficile realizzazione.

Il calcio italiano riprende a giocare

La serie A di calcio intanto ripartirà il 20 giugno, questa la data definita dal ministro dello Sport Vincenzo Spadafora, una settimana prima si disputeranno le gare di Coppa italia. In caso di contagi tra i giocatori, fa sapere il Comitato tecnico scientifico, si rischia però uno stop definitivo alla stagione.

Rischiamo una seconda ondata del virus?

"Le riaperture saranno la sfida più importante" ha dichiarato oggi, durante un'audizione alla Camera, il presidente dell'Istituto superiore di sanità (Iss), Silvio Brusaferro, che ha messo in allerta sull'alta probabilità in autunno di una seconda ondata. In Germania, invece, i principali virologi prevedono che una seconda ondata di diffusione del Coronavirus potrà essere facilmente evitata. Una conclusione a cui sono giunti esaminando i dati registrati dopo i primi allentamenti delle restrizioni. In Germania per ora non c'è stato un aumento significativo di contagiati e il numero dei malati al momento è inferiore ai 10mila.

Nuove riaperture

E intanto i Länder tedeschi annunciano nuove riaperture. Berlino da domani dà il via libera a manifestazioni all'aperto senza limite di partecipanti. Per il lungo weekend di Pentecoste sono previste decine di manifestazioni. Finora era ammesso un massimo di 100 partecipanti. Dal 2 giugno, sempre nella capitale tedesca, si ritornerà a eventi culturali all'aperto come concerti e cinema. Inizialmente con un limite di 200 spettatori, fino ad arrivare al 30 giugno con eventi da mille persone. Allo stesso modo, da martedì prossimo, saranno possibili eventi anche in locali al coperto con 150 persone. E per martedì è prevista anche la riapertura di palestre e birrerie sempre nel rispetto delle misure igieniche.

Treni tedeschi di nuovo verso l'estero

I treni della Deutsche Bahn hanno ripreso da oggi molte tratte verso l'estero. Per questo le ferrovie tedesche hanno potenziato il livello di sanificazione delle stazioni. Sono aumentati anche i dispenser di gel disinfettante per le mani all'interno delle stazioni.

Stand: 29.05.2020, 18:29