Live hören
Jetzt läuft: I'm still in Love with you von Sean feat. Sasha Paul

Il lato oscuro di Mario Draghi

Ascolta l'intervista a Valerio Malvezzi

COSMO Radio Colonia - Beitrag 09.02.2021 05:46 Min. Verfügbar bis 09.02.2022 COSMO


Download Podcast

Il lato oscuro di Mario Draghi

di Vincenzo Savignano e Luciana Caglioti

Tutti lodano Mario Draghi, politici e giornalisti italiani, ma anche i media tedeschi che lo descrivono come salvatore dell'Italia. Sembrano essere pochi i critici dell'ex presidente della Bce. Tra di loro c'è l'economista Mario Malvezzi che ai nostri microfoni racconta tutti gli errori compiuti in passato da Draghi e quelli che potrebbe compiere da presidente del Consiglio.

draghi

Mario Draghi negli anni '90

L'ex deputato ed ex membro della Commissione Finanze del Parlamento italiano, Malvezzi, rimprovera a Draghi alcune scelte compiute nel decennio tra il 1991 ed il 2001 quando era direttore generale del Ministero del Tesoro. "Si occupò in quegli anni di far entrare l'italia nell'euro e di fatto fu una scommessa. Le due politiche che io contesto di quegli anni furono la privatizzazione del sistema italiano e alcune operazioni finanziarie che ebbero un costo rilevante per il nostro Paese". Draghi è stato dirigente di Goldman Sachs dal 2002 e il 2005 e poi, dal 2011 al 2019, è stato presidente della Bce, è quindi un uomo legato al sistema finanziario internazionale.

Secondo Malvezzi, per lui è difficle proporsi come presidente del Consiglio in un Paese dove al momento sono in difficoltà soprattutto le persone, sempre più povere, e non le banche. Per l'economista che insegna all'Università di Pavia, sarebbe stato più giusto superare la crisi di governo andando a votare. "Durante la pandemia si sono svolte le elezioni in più di 40 Paesi, quindi non vedo perché non si poteva votare anche in Italia". Draghi è prima di tutto chiamato a riscrivere il piano di utilizzo da parte dell'Italia dei fondi del Recovery Fund (oltre 200 miliardi di euro). "Ma che l'Italia dovrà pagare dal 2027 o con l'aumento dei contributi degli Stati membri, oppure ci saranno delle tasse europee che dovranno pagare i cittadini italiani", conclude Malvezzi.

Stand: 09.02.2021, 18:15