Live hören
Jetzt läuft: Awkward (Take 2) von El Michels Affair meets Liam Bailey

Belfast in rivolta

Ascolta l'intervista ad Antonio Villafranca

COSMO Radio Colonia - Beitrag 09.04.2021 05:42 Min. Verfügbar bis 09.04.2022 COSMO


Download Podcast

Belfast in rivolta

di Giulio Galoppo e Francesco Marzano

Proseguono, ormai da più di una settimana, gli scontri violenti che mettono a ferro e fuoco diverse città dell'Irlanda del Nord. Decine di feriti e di arresti. Cosa si cela dietro a questi disordini? Ne abbiamo parlato con Antonio Villafranca, direttore della ricerca dell'ISPI, l'Istituto per gli Studi di Politica Internazionale.

Wieder Krawalle in Nordirland

Scontri a Belfast

La goccia che ha fatto traboccare il vaso, innescando la rabbia dei lealisti protestanti è stata la decisione del capo della polizia di Belfast di non perseguire le circa duemila persone, tra cui i leader del Sinn Fein, il partito cattolico repubblicano, che lo scorso giugno hanno partecipato a un funerale, infrangendo le norme di prevenzione dal Coronavirus. Il funerale era quello di un ex capo dell'Ira, organizzazione militare ora non più attiva che lottava per la separazione dell'Irlanda del Nord dal Regno Unito.

L'Irlanda è tuttora divisa da due correnti: i nazionalisti, cattolici, che vogliono l'indipendenza dal Regno Unito e gli unionisti, protestanti, che, invece, nel Regno Unito ci vogliono rimanere. Alla base dei disordini, tuttavia, non c'è questo episodio, bensì l'accordo sulla Brexit. Antonio Villafranca ci spiega il perché.

Stand: 09.04.2021, 18:29