Live hören
Jetzt läuft: El Capitalismo Foráneo von Gotan Project

Il dibattito dei "piccoli"

Janine Wissler della Linke, Christian Lindner dell'FDP, Alexander Dobrindt della CSU e Alice Weidel dell'Afd durante il dibattito

Il dibattito dei "piccoli"

di Luciana Caglioti

In Germania, in vista delle elezioni del 26 settembre, continuano i confronti televisivi dei politici. Dopo quelli con i candidati cancellieri dei maggiori partiti, CDU, SPD e Verdi, ieri sera su ARD e ZDF c'è stato il faccia a faccia tra i rappresentanti dei partiti minori che hanno buone possibilità di entrare nel Bundestag.

Nel dibattito a quattro Janine Wissler della Linke, Christian Lindner dell'FDP, Alexander Dobrindt della CSU e Alice Weidel dell'Afd si sono confrontati sui temi più scottanti della campagna elettorale.

Fisco
In termini di politica fiscale, Wissler, della Linke, ha chiesto ancora una volta maggiore tassazione delle attività finanziarie e degli immobili privati. Weidel ha obiettato che questo potrebbe essere il "colpo mortale" per le aziende già gravate dalla crisi per la pandemia. Dobrindt, CSU, e Lindner, FDP, si sono detti a favore di uno sgravio fiscale per rendere l'economia più dinamica. Christian Lindner ha chiesto che non vengano posti freni alla crescita. Ed è stato scontro tra Dobrindt, CSU e Wissler, Linke, sull'imposta patrimoniale.

Pensioni
Per quanto riguarda le pensioni Dobrindt, CSU, ha promosso il modello dell'Unione di una pensione generazionale come un nuovo pilastro che lo stato dovrebbe salvare in un fondo pensione.

Lindner, FDP, ha sostenuto un'individualizzazione dell'età pensionabile - chi vuole lavorare più a lungo dovrebbe poterlo fare. Weidel, Afd, è per un aumento dei contributi pensionistici. Anche politici e dipendenti pubblici dovrebbero partecipare all'assicurazione pensionistica obbligatoria. D'accordo su quest'ultima proposta Wissler, della Linke, che si è anche espressa a favore dell'abbassamento dell'età pensionabile a 65 anni.

Ambiente
Sul clima la leader della Linke Wissler, contrariamente agli altri tre politici, è a favore di un limite di velocità, un divieto ai voli interni e di un'uscita dai motori a combustione entro il 2030. Lindner, FDP, invece, si batte per una politica climatica senza divieti. Da parte sua Weidel, Afd, ha respinto la transizione energetica tedesca. Weidel ha detto anche che il suo partito sarebbe contro l'accordo sul clima di Parigi.

Politica estera.
La leader della Linke Wissler è a favore di un'uscita dalla NATO che a suo parere dovrebbe essere trasformata in un'alleanza di sicurezza collettiva. Wissler, pur criticando la politica di Putin nei confronti dell'opposizione in Russia, è contraria a una confrontazione militare con Mosca. Anche Weidel dell'Afd ha chiesto un riavvicinamento con la Russia, ma anche con la Cina: entrambi sarebbero partner importanti. Da parte sua Dobrindt ha condannato le dichiarazioni di Wissler e Weidel come "radicali", la Germania deve rimanere nella NATO. Lindner, FDP, ha insistito sul mantenimento delle relazioni con gli Stati Uniti poiché basate su valori di democrazia e stato di diritto, mentre l'attuale leadership russa reprimerebbe la popolazione e minaccerebbe l'Occidente.

Stand: 14.09.2021, 18:20