Live hören
Jetzt läuft: Flex von Kizz Daniel

Di Maio a Berlino

Pressekonferenz Di Maio und Maas

Di Maio a Berlino

di Cristina Giordano

Il ministro degli Esteri italiano ha incontrato oggi il suo omologo tedesco Heiko Maas. Confermata l'intenzione tedesca di riaprire i flussi turistici verso l'Italia. Sentimento anti-tedesco in Italia? Di Maio: "Non ho percepito delusioni contro la Germania".

Sblocco del turismo tedesco

Prima visita oltreconfine a Berlino del ministro degli Esteri Luigi Di Maio (M5s) dopo il fermo imposto dal lockdwon. Nella conferenza stampa congiunta con il suo omologo Heiko Maas (Spd), Di Maio ha affrontato oggi (5 giugno) il tema del turismo tedesco in Italia:

"Heiko Maas mi ha comunicato di persona l'intenzione di riaprire i flussi turistici verso l'Italia, orientativamente verso il 15 giugno". Così il ministro degli Esteri Luigi Di Maio (M5S) possibile ritorno del turismo tedesco nel Bel Paese.

Ringraziamenti alla solidarietà tedesca

Di Maio ha inoltre ringraziato la Germania per l'aiuto prestato in questa fase di crisi, ricordando gli oltre 40 pazienti italiani curati nelle strutture sanitarie tedesche e l'invio di materiale e attrezzature.

Sentimento anti-tedesco

In Italia il sentimento anti-tedesco almeno ad inizio pandemia aveva ripreso a diffondersi, a causa di un primo stop alle esportazioni tedesche di mascherine, tute, camici e materiale sanitario di protezione. Anche la posizione inizialmente negativa di alcuni politici tedeschi sul fronte dei cosiddetti corona-bond aveva suscitato aspre critiche in Italia.

A tal proposito, incalzato da una giornalista dell'Ansa, Di Maio, commenta:
"Non ho mai percepito aspettative, quindi delusioni nei confronti della Germania".

Heiko Maas, invece ha tenuto a sottolineare:
"Abbiamo visto che in Italia si è guardato alla Germania in modo molto critico, Queste discussioni non ci sono state nascoste, e devo dire che personalmente mi è molto dispiaciuto, perché amo l'Italia, la sua cultura, le persone e lo stile di vita".

Scuole in Germania

In Germania intanto si continua a premere per ritornare alla normalità. Il Nordreno-Vestfalia continua a fare da apripista. Da metà giugno, fino alla fine dell'anno scolastico e quindi per due settimane, i ragazzi delle elementari potranno ritornare tutti regolarmente a scuola. Lo ha annunciato la ministra dell'istruzione regionale Yvonne Gebauer (Fdp) che ha spiegato come mantenendo le regole igieniche non si correrebbe più il rischio significativo di contagio.

Per la ministra della famiglia Franziska Giffey è un passo importante per poi poter ritornare alla normalità dopo le ferie scolastiche. Più prudente la ministra dell'Istruzione Anja Karliczek che in un'intervista allo Spiegel mette in guardia su possibili nuovi focolai proprio nelle scuole.

Quarantena in Germania

Il tribunale amministrativo superiore del Nord Reno Vestfalia ha annullato l'obbligo indiscriminato di quarentena per tutti coloro che ritornano da paesi non appartenenti all'Unione Europea. Il Land può però richiedere questa quarantena nel caso specifico di provenienze da paesi particolarmente colpiti dal coronavirus.

Stand: 05.06.2020, 19:29