Live hören
Jetzt läuft: Oh yeah von Yello

Bergamo, un anno dopo

Ascolta lo speciale a cura di Daniela Nosari

COSMO Radio Colonia 18.03.2021 24:40 Min. Verfügbar bis 18.03.2022 COSMO


Download Podcast

Bergamo, un anno dopo

di Filippo Proietti, Cristina Giordano e Daniela Nosari

Giornata di lutto nazionale, l’Italia ricorda le vittime di Covid. Un anno fa la foto simbolo dei camion che a Bergamo portarono via le salme nelle bare. Abbiamo raccolto le testimonianze di un medico, di un parroco e di un cittadino che chiede giustizia.

Graffiti zum Gedenken an die Covid-19 vertsorben Menschen in Bergamo und Italien

Murale all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo

La testimonianza del medico

Konvoi zum Gedanken an die Covid-19 Opfer

I camion partiti da Bergamo al cimitero di Ferrara

Pietro Brambillasca è un anestesista dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Fu tra i medici che a marzo 2020 in una lettera pubblicata sul New England Journal of Medicine denunciarono la situazione drammatica in cui lavoravano, mentre l’ospedale era al collasso. Un anno fa, mentre le sale operatorie chiudevano, fu velocemente destinato al Pronto Soccorso e si trovò ad occuparsi dei pazienti di Covid gravi.

Ascolta l'intervista a Pietro Brambillasca

COSMO Radio Colonia - Beitrag 18.03.2021 04:53 Min. Verfügbar bis 18.03.2022 COSMO


Download

Ai nostri microfoni racconta: «Avevo difficoltà a vedere le mie figlie perché non mi sentivo adeguato, avevo delle crisi di pianto notturne e mi sono servito più volte del servizio di psicologia del mio ospedale in quel periodo». Nell'intervista realizzata da Cristina Giordano, Brambillasca racconta che oggi per la terza volta in un anno il Papa Giovanni XXIII di Bergamo vede la diffusione di una terza ondata, e ha ridotto l’attività ospedaliera ordinaria.

La denuncia

Nato un anno fa inizialmente come gruppo su facebook sull’onda dell’emergenza, col tempo si è trasformato in un vero e proprio comitato. Stefano Fusco di «Noi Denunceremo – Verità e giustizia per le vittime del Covid-19» ai microfoni di Filippo Proietti racconta la drammaticità vissuta a marzo 2020. Il comitato raccoglie le testimonianze dei famigliari delle vittime – tra cui il nonno di Fusco.

Gedenken an die Covid-19 vertsorben Menschen in Bergamo und Italien mit Draghi

Draghi durante la cerimonia odierna a Bergamo

Ad oggi, attraverso il comitato, sono stati depositati più di 300 esposti penali «contro ignoti» per far luce sulle responsabilità che hanno portato Bergamo ad essere la provincia italiana con il maggior numero di decessi per Covid (+568 di mortalità a marzo del 2020, rispetto agli anni precedenti – dati Istat).

Ascolta l'intervista a Stefano Fusco

COSMO Radio Colonia - Beitrag 18.03.2021 05:29 Min. Verfügbar bis 18.03.2022 COSMO


Download

Stefano Fusco partecipa alla conferenza virtuale "Behind the mask. Whistleblowing during the pandemic", a cui si può assistere in streaming giovedì 18 e venerdì 19 marzo. Il video del suo intervento sarà disponibile, come gli altri della conferenza, sul sito del Disruption Network Lab di Berlino, che la organizza.

Quanto soffrono i giovani?

Panorama

Una vista di Bergamo

Don Cristiano Re è direttore dell'Ufficio Pastorale Sociale e del Lavoro della diocesi di Bergamo. Ai nostri microfoni ci racconta quanto sia difficile questa pandemia per i giovani della provincia, oggi senza lavoro, o in cassa integrazione. Ma soprattutto senza più un progetto di vita come racconta nell'intervista curata da Filippo Proietti. Altrettanto difficile è la situazione dei ragazzi che vivono nei piccoli comuni delle valli bergamasche, dove i contatti sociali sono ulteriormente ridotti.

Ascolta l'intervista a don Cristiano Re

COSMO Radio Colonia - Beitrag 18.03.2021 05:37 Min. Verfügbar bis 18.03.2022 COSMO


Download

Stand: 18.03.2021, 18:20