Live hören
Jetzt läuft: Video games (Makina Chicha Edit) von Lana Del Rey

Le ultime novità sul Coronavirus

Angela Merkel

Le ultime novità sul Coronavirus

di Francesca Montinaro

L'Europa osserva con preoccupazione l'aumento costante di nuovi contagi. Nuove regioni a rischio e nuove restrizioni più severe sono solo alcune delle conseguenze.

Contagi in aumento in molti Paesi europei

La Germania ha aggiornato la lista delle regioni a rischio, nelle quali si consiglia di non andare. Per chi ci va è richiesto un test al ritorno in Germania o la quarantena. Nella nuova lista tra l'altro: Belgio, Islanda, le regioni del Galles e dell'Irlanda del Nord per la Gran Bretagna, la Loira e la Borgogna per la Francia.

Il Robert Koch Institut definisce regioni a rischio quelle nelle quali si registrano più di 50 infezioni per 100.000 abitanti nell'arco di una settimana. Tra i Paesi europei senza regioni a rischio ci sono L'italia, la Grecia, Malta e Cipro.

Una multa per chi rilascia dati falsi nei locali pubblici

Intanto, in Germania la multa decisa da Governo Federale e Länder per coloro che forniscono dati personali falsi nei ristoranti e locali pubblici, ha scatenato un'aspra polemica. Il governo chiede infatti ai ristoratori di controllare con maggior precisione i dati rilasciati dai clienti.

I gestori non si sentono, tuttavia, responsabili dei controlli. E chiedono che siano le autorità locali ad eseguirli. Lo ha sottolineato la DEHOGA, associazione degli hotel e dei gastronomi. La multa fissata a livello nazionale è fissata a un minimo di 50 euro, ma varia da regione a regione. Nello Schleswig-Holstein, per esempio, può arrivare fino a 1000 euro, mentre nel Nordreno-Vestfalia è fissata a 250 euro.

I contagi registrati nelle ultime 24 ore

In Germania si sono registrate 2143 nuove infezioni nelle ultime 24 ore. È quanto afferma il Robert Koch Institut. In Italia i contagi delle ultime 24 ore sono stati ben 2458.

Prolungamento dello stato di emergenza in Italia

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha annunciato che il Governo chiederà il prolungamento dello stato d'emergenza fino al prossimo 31 gennaio.

Se accordato, il prolungamento consentirà nei prossimi mesi di agire tempestivamente con nuovi decreti del Presidente del Consiglio. Permetterà, inoltre, al Ministero della Salute di continuare a monitorare la situazione sulla base dei dati delle Regioni ed emettere ordinanze. Per molti dipendenti pubblici e privati sarà possibile continuare a lavorare da casa. Lo stato d'emergenza sanitaria facilita anche l'introduzione di restrizioni sui viaggi da e per altri Paesi o regioni.

Alcuni successi della ricerca scientifica

Dal fronte della ricerca, arriva la notizia della scoperta di due superanticorpi contro il Coronavirus. E' opera di un gruppo di lavoro guidato dall'Università di Washington di cui fanno parte anche ricercatori dell'Ospedale Sacco di Milano. Per ora sperimentati solo sugli animali, questi anticorpi bloccherebbero l'ingresso del virus nelle cellule. Gli scienziati prevedono che cocktail a base di questi anticorpi possano servire non solo per le terapie ma anche per la prevenzione. I risultati della ricerca sono stati publbicati sulla rivista "Science".

Intanto l'Ema, l'agenzia europea del farmaco, ha iniziato ad analizzare i primi dati del vaccino anticovid dellUniversità di Oxford e dell'azienda farmaceutica internazionale AstraZeneca. Questo è il primo passo nella procedura dell'approvazione del siero.

Stand: 01.10.2020, 18:37