Live hören
Jetzt läuft: Sticks n Tones von Wanlov the Kubolor

Coronavirus - aggiornamenti

Lothar Wieler

Coronavirus - aggiornamenti

di Filippo Proietti

La tendenza all'aumento progressivo di contagi delle ultime due settimane preoccupa il Robert Koch-Institut, mentre l'Italia prolunga lo stato di emergenza fino al 31 ottobre.

Aumento progressivo di contagi in Germania

Nuovo allarme da parte del Robert Koch-Institut, preoccupato per l'aumento di contagi da coronavirus delle ultime due settimane che farebbero pensare all'inizio di una seconda ondata pandemica. Per questo Lothar Wieler, direttore del Robert Koch, ha indetto una conferenza stampa straordinaria, durante la quale ha annunciato che da ieri è stato registrato un aumento di 633 casi di infezioni. I nuovi casi, ha sottolineato Wieler, non hanno a che fare con coloro che ritornano da viaggi all'estero, ma sono principalmente locali: feste tra familiari, luoghi di lavoro e purtroppo anche case di riposo per anziani. Wieler ha ricordato l'importanza delle regole di distanziamento e ha consigliato l'uso delle mascherine anche alll'aperto nel caso in cui sia difficile mantenere le distanze minime.

Test per chi rientri da zone a rischio

Il ministro della salute Jens Spahn ha annunciato che dalla prossima settimana entrerà in vigore l'obbligo di eseguire il test e chi rientri da zone a rischio. I test saranno gratuiti, ma la decisione non vede tutti d'accordo. Klaus Müller, dell'associazione consumatori (Verbraucherzentrale Bundesverband), accoglie con molte perplessità la notizia, mentre è favorevole la senatrice per la sanità di Berlino Dilek Kalayci.

Alcune regioni spagnole ad alto rischio contagio

Si guarda con preoccupazione all'estero. In diverse località spagnole, mete dei turisti tedeschi, i casi di contagio sono aumentati fortemente. Il ministero degli esteri per questo è arrivato a sconsigliare ufficialmente viaggi in Catalogna, in particolar modo a Barcellona e nelle spiagge della Costa Brava. Da evitare anche le regioni interne di Aragona e Navarra.

Riaprono gli asili in Nordreno-Vestfalia

È notizia di oggi che in Nordreno-Vestfalia gli asili riprenderanno la piena attività dal 17 agosto. Chiaramente nel rispetto delle regole sanitarie.

Uno sguardo all'italia

Il capo del governo, Giuseppe Conte, ha annunciato la proroga dello stato d'emergenza. Lo scorso 31 gennaio 2020 il governo lo ha dichiarato, per la durata di 6 mesi, quindi fino al 31 luglio, in conseguenza del rischio sanitario rapprresentato dal virus Covid-19. La decisione del governo è di prorogarlo fino al 31 ottobre. Ciò significa che sarà possibile ad esempio istituire, in caso di gravi focolai, nuove "zone rosse", ovvero totalmente confinate e chiuse agli scambi con l'esterno. Il governo potrà decidere il blocco dei voli mentre per la durata dello stato di emergenza i dipendenti pubblici e quelli privati possono rimanere in smart working secondo le modalità che vengono concordate con l'azienda.

Stand: 28.07.2020, 18:50